Quantcast

L’attesa è finita, da oggi partono i saldi ma anche i controlli per evitare truffe

Ai commercianti è richiesto di indicare i prezzi di partenza, la percentuale di sconto praticata, e il prezzo finale del prodotto

Imperia. Via alla stagione dei saldi e il weekend della Befana in tutta la provincia di Imperia si preannuncia abbastanza positivo per chi va a caccia di sconti. Ma non mancano le polemiche da parte dei commercianti perché penalizzati dal Black Friday. La data di avvio delle vendite promozionali è stata stabilita dalla Conferenza dei presidenti delle Regioni e delle Province Autonome, che ha concordato di rendere omogenea su tutto il territorio nazionale la data d’inizio delle vendite di fine stagione e individuando per i saldi invernali il primo giorno feriale prima dell’Epifania.

È stato ribadito che i saldi durano 45 giorni e che almeno tre giorni prima della data d’inizio debba essere esposto un cartello ben visibile dall’esterno che ne annunci l’effettuazione.

La «corsa agli affari» si concluderà quindi il 18 febbraio. Come sempre, a vigilare sul rispetto delle regole ci sarà la polizia municipale e anche la guardia di finanza con controlli capillari. Secondo le normative in vigore, è richiesto di indicare i prezzi di partenza, la percentuale di sconto praticata, e il prezzo finale del prodotto; mentre proprio la Conferenza delle Regioni e delle Province autonome ha ricordato in particolare l’articolo 113 della legge regionale n.1/2007, che sancisce che «non possono essere effettuate vendite promozionali nei 40 giorni prima delle vendite di fine stagione o saldi per la medesima merceologia (abbigliamento, calzature, biancheria intima, accessori) di prodotti stagionali o moda tradizionalmente oggetto delle vendite di fine stagione». Inoltre, le vendite di fine stagione non possono essere effettuate dagli outlet.