Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Imperia, il sindaco Capacci risponde agli studenti con un video messaggio: “Ragazzi, le allerte meteo e lo studio sono cose serie”

La lezione del primo cittadino sulle allerte meteo

Più informazioni su

Imperia. “Durante i giorni di allerta meteo ho ricevuto più di 1000 messaggi da parte di simpaticissimi studenti che mi chiedevano di chiudere le scuole. E’ vero che il sindaco ha questo potere, ma serve per tutelare l’incolumità pubblica. Per cui vorrei fare un po’ di chiarezza e spiegare come funzionano queste procedure”. Lo ha dichiarato in un video messaggio pubblicato sulla propria pagina il sindaco Carlo Capacci che si è rivolto agli studenti che nei giorni dell’allerta lo hanno tempestato di messaggi per chiedere la chiusura delle scuole. Capacci, infatti, era stato uno dei pochi, insieme ai sindaci di Taggia e Sanremo, a chiudere le scuole lunedì 8 gennaio.

Riviera 24 -Carlo Capacci

“L’Arpal effettua previsioni meteo dopodiché dirama bollettini”, ha spiegato il sindaco, “Con allerta gialla c’è solamente da prestare attenzione, senza prendere alcun procedimento. Con allerta arancione è a discrezione del sindaco prendere provvedimenti. Con l’allerta rossa bisogna chiudere le attività. Chiudere le scuole non vuol dire che queste siano pericolose, ma che è pericoloso il percorso per andare o tornare da scuola”.

“Non è un gioco”, ha concluso Capacci, “C’è un’organizzazione, ci sono persone che lavorano: tutti gli enti che hanno a che fare con qualcosa che fornisce un servizio al cittadino. Ho apprezzato i messaggi che ho ricevuto, ma vorrei trasmettere il messaggio che non è uno scherzo, ma una cosa seria. Così come lo studio”.

 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.