Allerta meteo, il vicesindaco di Diano Za Garibaldi: “Eliminiamo l’Arancione”

"I sindaci non sono mica parenti del mitico Bernacca e neppure hanno le azioni della meteo.it"

Diano Marina. Piogge diffuse e temporali. Scatta l’allerta meteo arancione. Se il sindaco di Imperia Carlo Capacci ha deciso di firmare l’ordinanza per la chiusura delle scuole, la pensano diversamente a Diano Marina.

Il vicesindaco Cristiano Za Garibaldi precisa: “Credo di aver trovato la soluzione per evitare fraintendimenti sugli allerta meteo della protezione civile. Eliminiamo l’Arancione. Se è Verde si va a scuola e al lavoro, se la protezione civile emette l’allerta è Rossa si resta a casa”.

Ancora il vicesindaco: “Non capisco perché debbano decidere gli amministratori comunali prendendosi delle responsabilità più grandi di loro quando anche gli allerta li gestisce chi ha più competenza, vedi l’Arpal Liguria. I sindaci – precisa Cristiano Za Garibaldi – non sono mica parenti del mitico Bernacca e neppure hanno le azioni della meteo.it! Se decidono di chiudere le scuole e l’indomani piovono quattro gocce li prendono per i fondelli fino Bruxelles; se decidono per tenerle aperte sono degli incoscienti perché qualcuno potrebbe prendere raffreddore e mal di gola e fare la fine di Buz 2.0. Insomma la smettiamo di fare delle regole e delle leggi che invece di risolvere i problemi spostano le supposte da un sedere all’altro?”.