Allerta meteo, i ragazzi di Imperia tempestano di messaggi il sindaco Capacci: “Chiuda le scuole”

Gli hanno intasato il telefono di emoticon, post su Facebook e Instagram per prorogare l'ordinanza

Imperia. Ragazzi a scuola per l’allerta meteo “arancione” nella giornata di lunedì che poi, nel pomeriggio, è stata declassata ad allerta gialla. Un giorno di vacanza in più anche per potersi preparare alle interrogazioni e verifiche grazie ad un’ordinanza del sindaco Carlo Capacci accolta dagli studenti come “manna dal cielo”.

Ma ecco che i ragazzi delle scuole di Imperia, specialisti nelle comunicazioni via social, hanno deciso di instaurare un filo diretto col sindaco Carlo Capacci scrivendogli direttamente post e messaggi per convincerlo a prorogare l’ordinanza che aveva firmato domenica pomeriggio. “Salve signor sindaco, a seguito della forte pioggia abbiamo pubblicato questo post per ricordarle che qualcuno per andare a scuola deve fare chilometri, anche a piedi, e rischia grosso se il tempo non si stabilizza. Le chiediamo gentilmente di pensarci due volte prima aprire le scuole” è uno dei tanti messaggi inviati al primo cittadino di Imperia.

Il risultato è stato quello che il sindaco Carlo Capacci, nella serata di ieri, aveva il telefono intasato, Facebook e Instagram di messaggi arrivati dai ragazzi di mezza provincia che frequentano le scuole di Imperia. “Preghiere 2.0” seguite da tanti emoticon con tanto di mani giunte e faccine con angioletti affinché accogliesse le loro richieste.