Quantcast

Ventimiglia, bus a due piani e biglietto unico integrato: dall’assemblea Spi le nuove proposte per il trasporto locale foto

All'incontro si è discusso anche della trattativa Governo-Sindacati e del trasporto intermodale

Ventimiglia. Si è svolta lo scorso mercoledì 6 dicembre presso la Biblioteca Aprosiana, l’Assemblea degli iscritti allo Spi (Sindacato Pensionati Italiani), nella quale si è discusso del tema dei trasporti locali e dei progetti a breve e lungo termine per migliorare la viabilità e il trasporto pubblico sul nostro territorio.

All’incontro, presieduto dal segretario provinciale Enrico Torelli, che ha illustrato le novità in merito alla trattativa Governo-Sindacati, ha partecipato anche Eduardo Raneri dell’associazione “Cittadinanza attiva”, che all’assemblea di mercoledì scorso ha presentato le nuove proposte sul tema dei trasporti.

“Per quanto vediamo sulle strade – ha spiegato Raneri – è importante quanto meno ‘progettare’ in Riviera l’arrivo del doppio bus (a due piani) nel tratto da Ventimiglia a Sanremo, Imperia e viceversa, con evidenti vantaggi: più posti a sedere,riduzione dei costi e dell’inquinamento. Sul piano delle tariffe attualmente il biglietto in treno per percorsi brevi risulta più costoso di quello praticato dalle corriere ( 1,50 Euro della durata di 90 minuti), è auspicabile, quindi, un’azione congiunta con Trenitalia per un biglietto unico integrato bus-treno”.

“Nota positiva l’estensione del bus urbano gratuito per gli “over 65” almeno nella zona di frontiera” ha ricordato il portacolori di “Cittadinanza attiva“, il quale ha però anche riportato le recenti statistiche riguardanti le tariffe autostradali in Riviera e che ci vedono in cima alle classifiche dei tratti più cari.

“Si propone una buona riduzione per rientrare ‘almeno’ nella media nazionale, così come, nel caso delle tariffe delle multe stradali, che attualmente superano di molto quelle applicate in Francia e che, in un’ottica europea, vanno riequilibrate al ribasso”.

Rilanciato nel corso dell’assemblea anche il tema del trasporto intermodale, che prevede lo spostamento dei tir sui vagoni dei treni.

“A questo riguardo – ha rivelato Raneri – arriverà una spinta da parte dei Sindaci della Val Roja”.