Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Troppe spese, niente albero e niente calendario di Ineja

Era posizionato in piazza San Giovanni per tutto il periodo delle festività di fine anno

Imperia. Gli affezionati amici, la gente comune del centro storico di Oneglia quest’anno non potranno più sfogliare il tradizionale calendario di “Ineja “ che, da qualche anno, veniva stampato dal Comitato san Giovanni e distribuito gratuitamente presso alcune edicole della città.

Ugualmente non potranno più ammirare e sostare sotto l’Albero di Natale posizionato in piazza San Giovanni per tutto il periodo delle festività di fine anno.

Una variazione del programma di attività necessaria per consentire la realizzazione di altre iniziative associative ed assistenziali che da sempre caratterizzano la vita del Comitato, fin dalla sua nascita nel lontano 1981.

“Saremo presenti presso la Casa di Riposo di via Agnesi per offrire agli anziani ospiti dell’istituto un pomeriggio in musica, con animazione e distribuzione di dolci e panettone – spiega il presidente Podestà – Domenica 10 dicembre in occasione della Santa Messa officiata presso la Basilica Collegiata di San Giovanni Battista, verranno consegnati alla Caritas parrocchiale 120 pacchi dono contenenti generi alimentari da destinare a persone e famiglie bisognose della nostra città”.

Sabato 16 dicembre appuntamento in piazza San Giovanni con la distribuzione della cioccolata calda e panettone fino ad esaurimento scorte a favore di tutti coloro che vorranno farci visita allo stand che sarà posizionato in piazza con la collaborazione dei volontari della delegazione cittadina della Croce Rossa Italiana.

Numerosi sono stati, ad oggi, gli interventi e le attività di questo ultimo periodo ed in particolare nel 2017, che hanno comportato un impegno di spesa particolarmente “ importante ed oneroso “ per il bilancio del Comitato che, ormai da diversi anni, si finanzia esclusivamente con gli introiti della festa del mese di giugno. “Sono stati fatti lavori di sistemazione e migliorie di alcune strutture ed attrezzature indispensabili per l’organizzazione della “ festa di giugno “ nel settore della cucina/ristorazione e nel settore della logistica, che da tempo necessitavano di importanti interventi non più rinviabili.

Nel campo della solidarietà, assistenziale ed associativa abbiamo sostenuto, nei mesi di luglio e settembre, l’organizzazione di due eventi musicali promossi da associazioni locali , che altrimenti non si sarebbero potuti svolgere per mancanza di sponsor e di adeguate disponibilità .
Un ulteriore impegno del Comitato san Giovanni e Tradizioni Onegliesi a favore della crescita e salvaguardia della cultura cittadina. Abbiamo inoltre offerto un contributo finanziario a parziale copertura di spese sanitarie a favore di un giovane bisognoso di urgenti cure presso una struttura negli Usa. In occasione della recente Festa di San Giovanni del mese di giugno, tramite il progetto “Ineja incontra la Valle Arroscia “, la cucina del Comitato ha ospitato alcuni piatti tipici del territorio e l’intero ricavato della distribuzione è stato devoluto alle Pro Loco ed Associazioni coinvolti nell’iniziativa”, conclude il presidente.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.