Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Sanremo e Taggia, tre arresti tra ladri di piante e ambulanti

Rafforzati i controlli dell'Arma in tutto il comprensorio della città dei fiori

Più informazioni su

Sanremo. I carabinieri della stazione di Sanremo hanno arrestato D.P., commerciante senegalese. L’uomo era colpito da un ordine di carcerazione in regime di detenzione domiciliare poiché resosi responsabile dei reati di ricettazione e introduzione nello Stato e commercio di prodotti con segni falsi, commessi a Sanremo a partire dal 2009.

Era stato più volte segnalato all’Autorità Giudiziaria nel corso degli anni per la reiterata vendita abusiva di merce contraffatta nel centro matuziano. Provvedimenti restrittivi di questo tipo sono frutto di servizi mirati effettuati dai Carabinieri nelle aree urbane a maggior concentrazione di venditori e detentori di prodotti recanti marchi contraffatti finalizzati alla prevenzione e repressione del fenomeno della vendita abusiva, operando soprattutto all’interno del mercato di Piazza Eroi Sanremesi.

Nei giorni scorsi, gli stessi militari, dopo aver individuato alcuni venditori ambulanti, sono intervenuti riuscendo a bloccare A.G., pregiudicato di origine senegalese, che alla vista degli operanti si era dato invano a precipitosa fuga mentre altri venditori sono riusciti a dileguarsi lasciando a terra la merce. Il giovane è stato denunciato per i reati di ricettazione e introduzione nello Stato e commercio di prodotti con segni falsi. Ingente il quantitativo di merce contraffatta posta sotto sequestro, tutte riproduzioni dei migliori brand del mercato: 32 borse, 20 giubbini, 15 cinture, 90 portafogli, 20 paia di occhiali da sole, 58 orologi, 150 sciarpe per un valore complessivo di circa 7000 euro.

A Taggia invece due fratelli moldavi sono stati arrestati per il furto di 200 chilogrammi di piante ornamentali. Entrambi sono già noti alle Forze dell’ordine per reati della stessa materia che, tra l’altro, erano stati recentemente denuncianti dai carabinieri per un analogo furto di verde di minore entità commesso a Santo Stefano al Mare.

I due uomini sono stati sorpresi dai militari mentre asportavano da un terreno demaniale, ubicato nella località Lampedusa di Castellaro Ligure, fasci di pianta ornamentale del tipo “leccio” in precedenza recisi con l’utilizzo di cesoie e successivamente riposti all’interno di un furgone bianco di loro proprietà. All’arrivo della pattuglia, i ladri hanno tentato di fuggire a bordo del furgone ma sono stati tempestivamente bloccati dagli operanti.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.