Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Regione Liguria, rimane sospeso in attesa di modifiche il regolamento sul gioco

All'incontro ha partecipato anche Raffaele Fusuolo, consigliere Astro e titolare della Fun Seven di Taggia

Più informazioni su

“Abbiamo avuto una conferma: il vecchio regolamento regionale sul gioco, attualmente sospeso, non entrerà in vigore se non prima di aver subito delle modifiche”. E’ quanto dice Lorenzo Verona, responsabile per le questioni territoriali e vicepresidente dell’associazione Astro, che ha partecipato al tavolo di lavoro istituito dalla Regione Liguria insieme a Raffaele Fasuolo, consigliere ligure di Astro e titolare dell’azienda tabiese Fun Seven.

“Il confronto è stato molto aperto” - commenta il vice presidente Verona secondo quanto scritto dall’agenzia Agipronews – “si è discusso dei principi generali su cui si dovrà fondare il nuovo regolamento regionale: di certo il nuovo testo rispetterà l’accordo sul riordino tra Stato ed Enti locali, un orientamento che denota la responsabilità politica della Giunta regionale.

Si terrà conto di tutti gli interessi in campo: la salute pubblica, la riduzione dell’offerta giochi, ma anche la tutela dell’industria del gioco lecito, con particolare attenzione alla forza lavoro. Si lavorerà per contemperare queste diverse esigenze”.

Verona spiega che la Giunta ha già un’idea della strada da intraprendere e che terrà conto delle proposte che arriveranno dai partecipanti al tavolo: “Come associazione siamo già pronti a presentare in Liguria i principi su cui abbiamo da sempre lavorato, come la formazione e l’informazione nei punti gioco e la tutela degli investimenti in essere. Siamo aperti anche a un nuovo regolamento che vieti nuove aperture e installazioni, tenendo però conto che in Regione una riduzione è già prevista e porterà le slot da 10mila a 7mila. Se altri tagli verranno ritenuti necessari, chiediamo che si vada verso un taglio orizzontale dell’offerta che non punti il dito solo verso gli apparecchi”.

Il prossimo appuntamento deve ancora essere calendarizzato, ma visto anche il periodo di festività in arrivo non dovrebbe essere prima di gennaio 2018.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.