Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

La responsabile Amnesty International di Nizza a processo per aver fatto entrare in Francia due bambini migranti

L'attivista rischia fino a cinque anni di carcere e una multa di 30.000 euro

Più informazioni su

Nizza. L’8 gennaio prossimo, Martine Landry, a capo della locale Amnesty International, sarà processata presso il tribunale penale per aver aiutato l’ingresso e la residenza di due minorenni.
A quanto riporta Nice Matin, il 28 luglio scorso, secondo Amnesty, la polizia italiana ha mandato a piedi due bambini non accompagnati di origine guineana in Francia.

Martine Landry li aveva raccolti al valico di frontiera di Mentone-Ventimiglia, sul lato francese, per accompagnarli alla polizia di frontiera (PAF), con documenti che attestavano la loro richiesta di sostegno da parte del servizio di assistenza ai minori (ASE). .

L’attivista rischia fino a cinque anni di carcere e una multa di 30.000 euro. Secondo Amnesty International, “i due minori, entrambi di 15 anni e di origine guineana, sono stati successivamente rilevati dall’ESA”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.