Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Inchiesta sulla piscina di Imperia scattata dopo gli esposti dei genitori

Un'indagine per capire eventuali irregolarità nella gestione dei fondi comunali

Imperia. Campioni d’acqua per accertare l’eventuale presenza di microorganismi nocivi, foto del tetto e degli spogliatoi. Sono gli elementi dell’inchiesta aperta dalla magistratura sulla piscina di Imperia.

Tutto nasce da alcuni esposti che i genitori dei ragazzi che frequentano l’impianto natatorio di San Lazzaro. Lunedì scorso i carabinieri del Nucleo ecologico, Finanza, Asl e Arpal hanno effettuato controlli minuziosi. Prelevati campioni d’acqua alla presenza di un batteriologo consulente della Procura. Si dovrà fare chiarezza sulla qualità dell’acqua e scongiurare l’eventuale presenza di microorganismi nocivi.

Come detto sono state scattate diverse fotografie del tetto per il quale il Comune ha destinato soldi per una ristrutturazione. L’inchiesta dovrà stabilire se in passato siano stati eseguiti con regolarità i lavori di manutenzione, per i quali erano state stanziate somme consistenti. Il Comune, come noto, paga ogni anno alla Rari Nantes, società che gestisce l’impianto, 350 mila euro.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.