Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Il 4 marzo la data più probabile per le politiche 2018

Ecco la scansione dei tempi e degli adempimenti da qui alla prima riunione delle nuove Camere

Lo scioglimento anticipato delle Camere da parte del presidente della Repubblica farà partire la macchina elettorale. Il decreto di scioglimento fisserà la data delle elezioni che dovrebbero tenersi, con molta probabilità, il prossimo 4 marzo.

Ecco la scansione dei tempi e degli adempimenti da qui alla prima riunione delle nuove Camere secondo quanto riportato dall’agenzia Ansa. La scadenza naturale della XVII legislatura sarebbe caduta il 14 marzo.

Per quanto riguarda lo scioglimento delle Camere: Avviene con un decreto del presidente della Repubblica. Dovrebbe essere firmato il prossimo 28 dicembre. In base all’articolo 88 della Costituzione, il decreto viene emanato dal Capo dello Stato dopo aver sentito i presidenti di Senato e Camera, Pietro Grasso e Laura Boldrini. Il decreto viene controfirmato dal presidente del Consiglio, Paolo Gentiloni. L’indizione delle elezioni avviene con un altro decreto.

I simboli, invece, dovranno essere depositati dai partiti al Viminale tra la mattina del quarantaquattresimo e le 16 del quarantaduesimo giorno prima del voto.
Le liste dei candidati anno presentate tra la mattina del 35/mo e le 20 del 34/mo giorno prima del voto: dunque a fine gennaio. La prima seduta, dopo le elezioni, non deve avvenire oltre venti giorni dalle elezioni: se si voterà il 4 marzo, la prima seduta non potrà dunque essere convocata oltre il 24 di quel mese. Servirà per eleggere i rispettivi presidenti ed uffici di presidenza. Solo dopo l’elezione dei presidenti delle Camere e la costituzione dei gruppi parlamentari (tra due e tre giorni dalla prima seduta) sarà possibile per il presidente della Repubblica avviare le consultazioni per la formazione del nuovo governo che prima di aprile inoltrato, se ci saranno i numeri per una maggioranza, non potrà vedere la luce.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.