Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Energia, siglati tre protocolli d’intesa su efficientamento e promozione della green economy

Rixi: “Meno burocrazia per interventi efficaci su edifici comunali e per incentivare la green economy. A breve bandi anche per implementazione dell’illuminazione pubblica nei piccoli comuni”

Genova. Presentati questa mattina in Regione Liguria dall’assessore regionale allo Sviluppo economico e all’Energia Edoardo Rixi tre protocolli d’intesa per l’efficientamento energetico degli edifici pubblici e per la promozione della green economy.

“I protocolli – ha spiegato l’assessore Rixi in conferenza stampa – sono il risultato del lavoro portato avanti in questi mesi nel Tavolo energia assieme ad Anci, ai Comuni, associazioni di categoria e sindacati. L’obiettivo è rendere la Liguria efficiente dal punto di vista energetico, promuovendo buone pratiche ambientalmente sostenibili, che possano anche produrre risparmi agli enti locali, in modo da poter reinvestire eventualmente risorse in servizi ai cittadini”.

I protocolli sono stati sottoscritti dai rappresentanti di ANCE Liguria, Confindustria Liguria, Alleanze delle Cooperative Liguria, CNA Liguria, Confartigianato Liguria, Confcommercio Liguria, Confesercenti Liguria, ANCI Liguria, CGIL- CISL-UIL Liguria e FILLEA CGIL- FILCA CISL- FENEAL UIL Liguria. Le intese raggiunte riguardano: le linee guida dei prossimi bandi per l’efficientamento energetico Por Fesr 2014-2020; le linee di indirizzo sull’affidamento dei lavori per l’efficientamento energetico; la condivisione dei criteri anche da parte dei Comuni di Genova, Savona, La Spezia, Imperia e Sanremo, beneficiari dei bandi asse 4 energia e 6 città per un totale di 28,9 milioni di euro attivati attraverso 17,9 milioni di finanziamenti. Tra i criteri introdotti dai protocolli, verrà tenuto conto dalla Suar-Stazione unica appaltante regionale nell’affidamento dei lavori fino a un 1 milione di euro per l’80% dell’offerta tecnica e per il 20% dell’offerta economicamente vantaggiosa e di punteggi premianti per le imprese che fanno nuove assunzioni – per esempio di disoccupati iscritti ai Centri per l’impiego.

Nell’affidamento dei lavori tra 150 mila euro e 1 milione la procedura sarà negoziata. Sarà inoltre formato un elenco delle imprese, con validità triennale, tra cui verranno selezionate le imprese, che operano stabilmente sul territorio, e invitate a presentare le proprie offerte. Per i prossimi bandi per l’efficientamento energetico da risorse Por Fesr Asse 4 Energia e 6 Città, saranno ammesse domande per interventi non inferiori al mezzo milione di euro, ad eccezione che per i Comuni sotto i 2 mila abitanti per cui verrà fatta una dotazione ad hoc.

“I criteri concordati – commenta l’assessore Rixi – vanno incontro alle richieste di maggiore semplificazione per rendere più snelle le procedure e arrivare, in tempi certi, a interventi efficaci sul territorio, coinvolgendo le imprese liguri e creando occupazione locale. Inoltre, pur dando priorità a interventi che con efficacia rendano più efficienti dal punto di vista energetico gli edifici pubblici, abbiamo tenuto conto anche delle esigenze di piccoli Comuni che potranno così intervenire negli immobili di proprietà e sull’illuminazione pubblica, che riteniamo abbia una forte valenza anche dal punto di vista sociale e della sicurezza”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.