Quantcast

Droga e armi, De Marte in carcere in attesa dell’interrogatorio

A difendere l'imprenditore edile calabrese è l'avvocato Marco Bosio

Imperia. E’ rinchiuso in carcere in attesa di essere interrogato dal gip per la convalida dell’arresto Antonio De Marte, l’imprenditore edile di 42 anni, arrestato dalla polizia. E’ accusato di spaccio di stupefacenti, possesso illegale di armi e riciclaggio, dal momento che nell’abitazione c’erano anche tre auto risultate rubate.

A difenderlo è il penalista del foro di Imperia Marco Bosio. De Marte, originario della Calabria, è stato arrestato dopo che nella sua villa di Diano Castello la squadra mobile ha sequestrato nove chilogrammi di marijuana per un valore di varie decine di migliaia di euro e otto fucili con matricola abrasa in un casolare vicino, oltre appunto alle vetture.

Nel corso della perquisizione domiciliare trovati anche diecimila euro in contanti. Nella villa si trovava inoltre un albanese nei confronti del quale esiste un provvedimento di espulsione, da parte della questura di Novara. Nella perquisizione della casa del nipote di De Marte sono state rinvenute marijuana e cocaina già in buste: il giovane è stato denunciato.