Quantcast

Bordighera, scena muta davanti al gip: resta in carcere Roberto Di Rollo

Accusato di tentato omicidio, violazione degli arresti domiciliari e detenzione abusiva di arma da fuoco

Bordighera. Nel corso dell’interrogatorio avvenuto stamane in carcere a Imperia, Roberto Di Rollo si è avvalso della facoltà di non rispondere al gip, che ne ha confermato l’arresto per tentato omicidio, violazione degli arresti domiciliari e detenzione abusiva di arma da fuoco. Fermato dai carabinieri nei giorni scorsi in via Defisiu dopo aver esploso almeno cinque colpi di fucile calibro 12 contro Salvatore Migliano, ex giostraio del lungomare Argentina, e suo figlio Massimo, Di Rollo non è nuovo ad episodi simili:  nel 2013, aveva infatti esploso colpi di arma da fuoco al Roxy Bar di Bordighera, minacciando di morte il gestore del locale.

Il giudice per le indagini preliminari Anna Bonsignorio ha richiesto per il pregiudicato la misura della custodia cautelare in carcere. Roberto Di Rollo è difeso dall’avvocato Luca Ritzu.
Le indagini dei carabinieri della compagnia di Bordighera sono dirette dal pm Paola Marrali.