Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

ASL 1 e piccoli Comuni insieme per combattere il randagismo

L’esborso si sostiene preventivamente tramite il pagamento del ticket regionale apposito

Imperia. Alleanza tra Asl Imperiese (Dipartimento Veterinaria) e i piccoli Comuni per combattere e sconfiggere il crescente fenomeno del randagismo ma, anche, l’abbandono dei cani. Grazie a un accordo con le amministrazioni comunali sono già stati effettuati diversi servizi ad hoc con microchippatura a domicilio delle quattro zampe ancora sprovvisti di “codice identificativo”.

La presenza di veterinari a palazzo civico, in giorni e orari precedentemente fissati e poi diffusi grazie a sindaci e assessori, mira ad allargare il più possibile la popolazione dell’Anagrafe Canina Regionale, un registro dove sono iscritti tutti i cani provvisti di microchip e, quindi, identificabili immediatamente in caso di smarrimento ma anche di abbandono. Tra i Comuni che hanno già aderito all’invito dell’Asl spiccano Cesio e, proprio nei giorni scorsi, Prelà.

Il progetto varato dai veterinari pubblici si chiama “Identificazione cani mediante apposizione microchip e controllo sul territorio dei cani”. Oltre a non “scomodare” i proprietari dei cani che vivono nell’entroterra, magari lontani da studi e cliniche veterinari, il servizio ha anche un altro vantaggio: l’inserimento sottocute dello speciale codice numerico identificativo a 15 cifre costerà 15,50 euro, uno sconto che farà sicuramente piacere alle tasche di chi possiede un quattro zampe.

L’esborso si sostiene preventivamente tramite il pagamento del ticket regionale apposito. All’Anagrafe canina regionale viene registrata tutta la popolazione canina e in parte anche quella felina e di furetti, identificata, presente in Liguria e collegata ai dati del proprietario. A ogni cane viene abbinato un codice numerico di 15 cifre, contenuto all’interno di una capsula grossa all’incirca come un chicco di riso denominata microchip. Il microchip viene impiantato sottocute sul lato sinistro alla base del collo.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.