Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Un anno dopo l’alluvione a Mendatica, i ragazzi della cooperativa Brigì fanno un video riassunto per dire “grazie”

Un’occasione per ringraziare tutte le persone, le aziende e le associazioni che hanno aiutato la cooperativa e la comunità a ricominciare

Mendatica. Ad un anno dall’alluvione che ha messo in ginocchio tutto il territorio di Mendatica i ragazzi della cooperativa di comunità Brigì guardano avanti con un video che vuole essere un riassunto di questo anno difficile, ma anche ricco di speranza, voglia di continuare a perseguire un sogno, piccole ma grandi soddisfazioni.

mendatica

Il video è anche un’occasione per ringraziare tutte le persone, le aziende e le associazioni che hanno aiutato la cooperativa e la comunità a ricominciare, non lasciandoli mai soli e permettendogli, anche grazie ad aiuti consistenti, di ripartire e di continuare a progettare un futuro per il territorio.

“Quest’anno è stato un anno difficile – afferma Maria Ramella, vicepresidente della cooperativa - ma da subito tutta la comunità si è rimboccata le maniche e ha lavorato sodo per recuperare in tempi brevi, ma non solo, anche il mondo cooperativo si è stretto attorno a noi sostenendoci sin dal principio per continuare il nostro percorso. E’ stato un anno istruttivo nel quale sono nate iniziative, che continuano tutt’ora, come #replaymonesi: frutto di collaborazioni e contaminazioni tra attori diversi ma tutti legati al nostro territorio”.

“Ripartire e pensare ad uno sviluppo futuro quando il proprio territorio viene spaccato e travolto da acqua e frane, quando un’intera cultura, quella della civiltà delle malghe, sembra sgretolarsi pian piano (molte malghe non sono più raggiungibili da Mendatica) è difficile, ma quest’anno per noi, grazie al sostegno di molti, è stato un anno di rinascita e di innovazione e quindi, anche se purtroppo il lavoro da fare è ancora tanto, vogliamo continuare a lavorare proiettati verso il futuro” – conclude.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.