Quantcast

Sanremo, Giulio Tampalini chiude il Festival Chitarristico Internazionale foto

Sarà accompagnato dall'Orchestra Sinfonica di Sanremo

Sanremo. Si conclude sabato 25 novembre al Teatro dell’Opera del Casinò Municipale di Sanremo la 3° edizione del Festival Chitarristico Internazionale.

In questa occasione l’Orchestra Sinfonica di Sanremo – condotta dal direttore artistico e Stabile Giancarlo De Lorenzo – si esibirà per la terza volta nell’ambito della manifestazione, accompagnando il 46enne chitarrista bresciano Giulio Tampalini. In programma il “Concierto de Aranjuez” per Chitarra ed Orchestra (1939) e “Fantasia para un gentilhombre” per Chitarra ed Orchestra (1954), entrambi di Joaquìn Rodrigo Vidre (1901/1999).

Rodrigo è stato un importante compositore spagnolo del Novecento. La sua musica risente dell’influsso di Paul Dukas, del quale fu allievo a Parigi dal 1927 al ’32, ma s’ispira anche al folclore ed alle musiche antiche della sua terra (era nato a Sagunto, presso Valencia). Il Concierto de Aranjuez è una pagina fondamentale per ogni chitarrista, essendo una delle rare composizioni per chitarra ed orchestra del ‘900. Il compositore iniziò la laboriosa stesura nel 1937 e pare che l’idea del concerto sia nata in un ristorante di San Sebastian: Rodrigo era in compagnia dello spagnolo Marchese di Bolarque, suo amico, e del chitarrista Regino Sainz de la Maza. Il nobile propose al compositore di scrivere un concerto per chitarra ed il virtuoso fu entusiasta dell’idea. Il brano fu dedicato proprio a Sainz de la Maza e questo può spiegare il motivo per cui il grande Andrés Segovia non eseguì mai questa pagina, preferendo, invece, la Fantasia para un Gentilhombre, a lui dedicata. Il Concierto de Aranjuez fu eseguito da de la Maza con grande successo il 4 novembre 1940 al Palacio de Musica di Barcellona.

La Fantasia para un gentilhombre fu eseguita invece per la prima volta nel 1958. Si tratta di una suite formata da 4 movimenti ed ispirata a musiche di danze contenute in un importante trattato del compositore spagnolo Gaspar Sanz del 1674. Esso contiene parti teoriche ed esempi musicali, costituiti perlopiù da antiche danze. Rodrigo ha ripreso alcune di esse, interpretandole in chiave “moderna”, ma rispettandone l’impronta originaria.

Prezzi biglietti: intero, 15 €; ridotto 12 € (solo per Soci COOP e studenti universitari).
Prezzi abbonamenti: 10 ingressi, 100 €; 10 ingressi per studenti, 20 €; 15 ingressi per iscritti ad Associazioni Musicali 120 €.
Gli abbonamenti sono prenotabili telefonicamente allo 0184 505764 e ritirabili agli uffici di Villa Zirio in Corso Cavallotti 51 (dal lunedì al venerdì dalle 10 alle 12), oppure alla biglietteria del Teatro del Casinò a partire da un’ora prima dell’inizio del concerto.
Biglietti ed abbonamenti sono anche acquistabili online direttamente sul Sito www.sinfonicasanremo.it, cliccando su “Info” e quindi su “Prezzi ed Abbonamenti”.