Quantcast

Rivieracqua, va deserta l’assemblea dei sindaci per la nomina del terzo consigliere di amministrazione

Non si trova la quadra sul terzo nome espressione dei piccoli comuni

Sanremo. Non si riesce a trovare l’accordo tra i sindaci dei piccoli comuni a cui spetta il compito di esprimere il terzo componente del cda di Rivieracqua, la società pubblica consortile che si occupa di gestire il servizio idrico integrato nella provincia di Imperia.

La poltrona è vacante da alcuni mesi, ovvero da quando Gabriele Saldo aveva dato le proprie dimissioni dal consiglio di amministrazione per conservare la nomina a direttore generale della società (si è poi dimesso a seguito dell’inchiesta sui concorsi truccati che lo vede coinvolto insieme all’ex consulente Federico Fontana).

Lo scorso 27 ottobre è stata convocata l’assemblea dei soci proprio per decidere il terzo membro, obiettivo mancato per l’assenza della maggior parte dei sindaci.

La gestione della società quindi rimane nelle mani del presidente Massimo Donzella e dell’altro attuale componente Sonia Balestra, supportati nel loro compito di amministratori dalla dirigente Angela Ferrari, in distacco da Amaie.