Quantcast
I lavori

Nuova “luce” su San Biagio della Cima, sostituiti oltre 200 punti luce con le lampade a LED

È previsto un risparmio complessivo annuale di circa 10.000 euro

San Biagio della Cima. Sono ormai quasi conclusi i lavori di adeguamento degli impianti di pubblica illuminazione lungo le strade carrozzabili di San Biagio della Cima. I lavori, iniziati tre anni fa, hanno l’obiettivo di adeguare gli impianti di pubblica illuminazione alle normative in materia di sicurezza elettrica, inquinamento luminoso e consentire un risparmio notevole per le casse comunali.

Durante questi ultimi tre anni è stata avviata una sperimentazione su molti punti luci periferici, programmando spegnimenti nelle strade con minore percorrenza durante la notte fonda, regolando i sensori crepuscolari per razionalizzare al meglio le accensioni e inserendo timer specifici per i fari dedicati all’illuminazione di chiese e monumenti.

Il risparmio ottenuto ha permesso di finanziare quasi totalmente l’acquisto delle nuove lampade a led che sono oggi installate in oltre 200 punti luce del paese. Le vecchie lampade, spesso da 150W, sono state sostituite da nuovi corpi illuminanti con un consumo di 40W. È previsto un risparmio complessivo annuale di circa 10.000 euro.

“Abbiamo lavorato a lungo per ridurre su tutti i fronti i costi sostenuti dal comune, e anche in questo caso ci siamo mossi in un’ottica di ottimizzazione delle spese correnti. Non è stato un obiettivo raggiunto velocemente in quanto la natura stessa del nostro progetto prevedeva un investimento quasi a costo zero per le casse comunali, con risorse derivate dai maggiori risparmi ottenuti, e propio per questo siamo particolarmente orgogliosi di questo risultato. Ad oggi l’illuminazione pubblica delle strade è quasi totalmente a LED, il prossimo passo sarà l’adeguamento anche del centro storico”Luciano Biancheri, sindaco di San Biagio della Cima.

commenta