Servizio idrico integrato

Imperia, sì del consiglio provinciale al proseguimento del procedimento per l’affidamento al gestore unico

Approvata all’unanimità la delibera di indirizzo per completare il processo di riordino del sistema idrico integrato dell’ambito territoriale ottimale ato – ovest -imperiese

riviera24 - Consiglio provinciale a Imperia su Rivieracqua

Imperia. Il Consiglio Provinciale questa mattina ha approvato all’unanimità la delibera di indirizzo che ribadisce la volontà dell’Amministrazione di continuare nel processo individuato per dare completa attuazione al riordino del sistema idrico integrato nell’Ambito Territoriale Ottimale (ATO) Ovest-Imperiese e quindi addivenire alla gestione unitaria del servizio idrico integrato.

Dopo l’introduzione del presidente Fabio Natta e la relazione illustrativa del presidente di Rivieracqua, Massimo Donzella, il dirigente provinciale Patrizia Migliorini ha riassunto i passaggi fondamentali del percorso svolto negli ultimi due anni dalla Provincia, coerentemente con le tempistiche e gli obiettivi indicati negli atti deliberati dall’amministrazione e richiamando, in particolare, le fasi del processo indicate nelle relative deliberazioni di Consiglio Provinciale.

Ha inoltre riferito che la prima fase del percorso per addivenire alla gestione unica d’ambito può dirsi conclusa con l’ingresso delle gestioni comunali in Rivieracqua e che è in itinere la seconda fase del processo, sicuramente la più complessa e difficile, che riguarda il subentro o l’aggregazione dei gestori cessati ex lege rispetto alla quale l’Amministrazione Provinciale ha posto in essere i principali atti di competenza e sta costantemente monitorando i relativi procedimenti. Infine ha precisato che non si trova riscontro in atti di quanto lamentato da un gestore cessato ex lege (AMAT) in merito al mancato riscontro della corrispondenza inviata, atteso invece che l’ente di governo d’ambito ha sempre evaso il tutto in maniera puntuale e circostanziata.

Si è aperto quindi il dibattito tra i consiglieri, durante il quale Alberto Biancheri, Domenico Abbo, Luigino Dellerba e Giacomo Chiappori hanno sottolineato la necessità di un pieno sostegno al procedimento che porta alla società pubblica Rivieracqua la gestione unitaria del servizio idrico integrato. La presa di posizione, unitamente all’aver rimarcato il corretto operato della Provincia, ha portato tutti i votanti ad approvare la delibera, che invita e sollecita i Comuni ad adottare tutti i provvedimenti conseguenti e ad adempiere a tutti gli impegni e le obbligazioni derivanti dall’affidamento del servizio al gestore unico d’ambito, garantendo l’equilibrio economico-finanziario della gestione.

Nella delibera si precisa anche che il Consiglio Provinciale dovrà approvare a breve un dettagliato crono programma delle varie fasi del procedimento di subentro nei gestori cessati ex lege che sarà presentato dal gestore unico, al quale la Provincia ha rivolto apposita richiesta, al fine di consentire all’Ente di Governo d’Ambito il monitoraggio e il controllo dell’iter per giungere alla gestione unitaria del servizio idrico integrato.

Il presidente Fabio Natta commenta: “Con questa delibera il Consiglio ha avallato il lavoro sin qui svolto dalla Provincia per quanto riguarda le sue competenze. Nel provvedimento si parla anche dei compiti degli attori coinvolti e dei prossimi passaggi dell’iter, consci di dover proseguire responsabilmente un procedimento che porterà alla gestione unica d’ambito di un servizio fondamentale per la collettività, come è quello idrico”.

Il dispositivo della delibera approvata all’unanimità dal Consiglio provinciale:

image002

leggi anche
Massimo Donzella
Indentikit
Rivieracqua, ecco chi sono gli indagati nella nuova inchiesta sul gestore unico provinciale
riviera24 - donzella rivieracqua
I dettagli
Rivieracqua, spese ingiustificate e tenuta non regolare dei libri sociali: ecco su cosa si basa l’inchiesta della procura di Imperia
commenta