Quantcast
Liguria

Disabilità, PD: “Di fronte alla protesta pacifica delle famiglie la maggioranza è rimasta in silenzio”

"Abbiamo presentato un emendamento per chiedere di approfondire il tema in commissione”

disabili

Liguria. “Di fronte alla pacifica ma intensa protesta delle famiglie e delle associazioni che operano nel campo della disabilità, avevamo chiesto all’assessore Viale e al presidente Toti di fermarsi un attimo per valutare l’accoglimento delle proposte di revisione della distribuzione delle risorse del Piano socio sanitario, così come chiesto dai genitori dei ragazzi con disabilità. Come risposta a questa istanza, però, la maggioranza – dimostrandosi del tutto insensibile alle criticità illustrate dalle famiglie, dalle associazioni e dai sindacati – ha eretto un vero e proprio muro.

Ma noi non ci siamo arresi e la nostra battaglia contro questo scellerato Piano che indebolisce l’intero sistema socio sanitario ligure, è andata avanti. Siamo riusciti a non chiudere oggi la discussione, spostando il dibattito a martedì prossimo, che sarà il terzo giorno di Consiglio dedicato al Piano sanitario. Neppure per il bilancio la Giunta Toti è mai andata così in affanno. Nel frattempo come Pd abbiamo anche depositato un emendamento, che martedì verrà discusso in aula. In questo documento chiediamo un ulteriore approfondimento in Commissione sui temi riguardanti l’attività contrattuale con le aziende pubbliche di servizi alla persona e con i soggetti erogatori privati, visto che non è stato ancora definito il Manuale di Accreditamento.

Oggi la maggioranza si è dimostrata impacciata e imbarazzata di fronte alle giuste proteste di associazioni, famiglie e sindacati, preferendo restare in silenzio. Toti non si è neppure degnato di intervenire in aula. Questa è la dimostrazione che in Liguria il vento è davvero cambiato, soprattutto per le persone più deboli che con questa destra vengono sistematicamente lasciate indietro.

Oggi in Consiglio erano presenti Coordown Onlus, La Nostra Famiglia Onlus, ANFFAS – Genova, ANFFAS Imperia, ANFFAS Villa Gemelli di Rapallo, ANFFAS Regionale, Associazione CEPIM – Centro Italiano Down, Fondazione CEPIM Onlus, AIDEL 22 Onlusm AIAS Onlus, Associazione Famigliari Disabili Centro Benedetto Acquarone, Associazione Persone Sindrome di Williams, AFA Liguria, Consulta Regionale delle Malattie Rare, Rappresentanti delle famiglie con sindrome di X-Fragile e di Jacobsen, ANMIC, ANMI, ENS, UIC, UNMS, FAND, FISH Liguria, Corerh per gli enti gestori. Aris, Cgil e Uil” – affermano i consiglieri regionali del Pd Raffaella Paita e Pippo Rossetti.

leggi anche
Disabile generica
All'audizione
Disabilità, M5S: “Situazione drammatica, Toti convochi un tavolo permanente”
Riviera 24 - Partito Democratico Bordighera
Il dibattito
Liguria, PD: “No al taglio delle risorse regionali per i disabili”
commenta