Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Bordighera, errori nel pagamento dell’IMU del 2012: il Comune “bacchetta” 2600 cittadini

Assessore Maccario: "Obbligati a intervenire per evitare il danno erariale"

Bordighera. Sono 2600 i cittadini che hanno trovato nella cassetta delle lettere raccomandate inviate dal Comune per il pagamento dell’Imu dell’anno 2012.
“Una procedura dovuta”, ha spiegato l’assessore al Bilancio Silvano Maccario, “Il Comune è obbligato a intervenire, altrimenti l’annualità 2012, trascorsi i cinque anni, sarebbe andata in prescrizione e si sarebbe configurato il danno erariale”.
In pratica, attraverso la procedura, collegata con il catasto, che verifica i conteggi fatti dal contribuente (tramite i Caf o i commercialisti), gli uffici comunali hanno riscontrato una serie di anomalie sugli importi versati dai cittadini per l’Imu del 2012.

Anomalie che potrebbero essere dovute a errori sui dati catastali forniti dal contribuente per calcolare l’Imu o a revisioni catastali per cui nel tempo gli immobili o i terreni posseduti sono stati inseriti in categorie diverse.

Tutto regolare, dunque. Almeno per Palazzo Garnier. Ma c’è chi la pensa diversamente: il sindacato autonomo che ha sede in via Roseto, tramite Antonio Rebaudo fa sapere che si sta “valutando la possibilità di fare un’azione presso la commissione tributaria dopo che il nostro legale avrà esaminato la documentazione. Per noi è un colpo basso alle finanze dei redditi più bassi!”.

Prima di pagare, in ogni caso, l’invito ai cittadini è quello di verificare attraverso i Caf per l’assistenza fiscale o il proprio commercialista il motivo per cui sia arrivata la raccomandata per il recupero crediti: qualora l’errore sia imputabile al lavoro di professionisti, il contribuente dovrà pagare la differenza tra quanto versato nel 2012 e quanto invece avrebbe dovuto pagare secondo il calcolo effettuato dagli uffici comunali, mentre la mora è a carico dei Caf o del commercialista che cinque anni fa ha predisposto il modulo per il pagamento.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.