Quantcast

Aumentano i “Dan” di Ju-Jitsu del Judo Club Sakura Arma di Taggia

Sessione di esami per le promozioni per Diego Secchi, Alessio Ferrigno, Andrea Molinari e Manuela Ferrigno

Arma di Taggia. Tempo di esami anche per il Ju-Jitsu, in questo autunno che ha visto un grosso impegno nella preparazione degli atleti del Judo Club Sakura Arma di Taggia a.s.d.

Sabato 28 ottobre, a Genova, si è svolta una sessione di esami per le promozione a 1° Dan di Ju-Jitsu ed il Club di Arma di Taggia ha presentato due atleti: Diego Secchi ed Alessio Ferrigno. Diego Secchi, che da mesi si preparava con grande impegno a questo appuntamento insieme al suo “Uke” Chiara Viel, ha superato brillantemente la prova, ottenendo i complimenti da parte della Commissione d’ esame che lo ha giudicato il migliore tra i partecipanti.

I tecnici che lo seguono ormai da lungo tempo, Andrea Molinari e Manuela Ferrigno, sono molto contenti del percorso sportivo del loro atleta: nei vari Tornei ai quali ha partecipato, ha gareggiato nelle specialità dei “Settori”, quindi nel “Fighting System” e adesso nel “Ne Waza”, impegnandosi sempre al massimo per ottenere buoni risultati. Ora, la cintura nera sarà senz’ altro un ulteriore stimolo a continuare sulla strada intrapresa.

Nella stessa giornata, anche Alessio Ferrigno, già istruttore 3° Dan di Judo, ha affrontato l’ esame per acquisire la cintura nera 1° Dan di Ju-Jitsu: grande soddisfazione anche per lui che ha sostenuto un ottimo esame, ottenendo la promozione a 1° Dan ed ampliando così il suo bagaglio tecnico.

Il sabato successivo, il 4 novembre, altri due portacolori del Judo Club Sakura Arma di Taggia a.s.d erano in campo, questa volta a Quiliano (SV), dove si svolgeva anche uno Stage Nazionale di Ju-Jitsu ed una gara nazionale, l’Open d’Italia 2017: gli insegnanti tecnici Andrea Molinari e Manuela Ferrigno dovevano, a loro volta, affrontare gli esami di promozione, rispettivamente a 4° Dan ed a 3° Dan.

Anche la loro preparazione è stata affrontata con grande impegno nei mesi precedenti, nonostante fossero già molto occupati con l’ insegnamento, ma il loro esame è stato affrontato con grande sicurezza nell’eseguire quanto veniva loro richiesto dalla Commissione esaminatrice ed al termine delle prove richieste, entrambi venivano promossi.
Anche per loro, la promozione costituisce un ulteriore impulso ad affrontare l’impegno della preparazione dei loro atleti che non conosce soste e che presto sarà nuovamente messa alla prova nelle prossime gare che sono in calendario.