Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Agroalimentare, Toti a M5S: “Basta con i no che non aiutano a crescere”

“Regione Liguria è impegnata da tempo, da un lato a promuovere iniziative a favore dei prodotti del territorio, dall’altro ad attrarre sempre nuovi visitatori in Liguria"

Più informazioni su

Genova. “Ancora una volta i 5Stelle preferiscono la sterile polemica priva di qualsiasi rispondenza con la realtà: la Liguria ha bisogno di atteggiamenti costruttivi, non se ne può più di no che non aiutano a crescere”. Lo dice il presidente di Regione Liguria Giovanni Toti rispondendo al M5S.

“Regione Liguria – dice il governatore - è impegnata da tempo, da un lato a promuovere iniziative a favore dei prodotti del territorio, dall’altro ad attrarre sempre nuovi visitatori in Liguria. Non è un caso che il marchio #lamialiguria abbia fatto registrare un record di condivisioni che si sono tradotte in una crescita delle presenze turistiche e numeri crescenti anche sulla movimentazione dei passeggeri da parte delle navi da crociera a Genova. Tutto ciò è stato ottenuto grazie al grande lavoro messo in atto da Regione Liguria, con la collaborazione dell’agenzia di promozione turistica “In Liguria”, attraverso campagne di successo come il Red Carpet più lungo del mondo che ha portato la Liguria e le sue bellezze sui giornali di tutto il mondo con la conseguenza di essere visitata da migliaia di turisti”.

“L’attenzione al territorio è dunque massima e la campagna autunno – inverno de #lamialiguria incentrata sulla taggiasca lo dimostra – rimarca Toti - Ai 5stelle diciamo basta col disfattismo e con i no che non aiutano a crescere. Iniziative come quella di domani che andremo a fare tra Taggia e Imperia sono proprio il frutto dell’ascolto del territorio e del recepimento delle sue istanze e delle istanze degli olivicoltori che da anni portano avanti con fatica le tradizioni della loro terra in grado di dare vita a prodotti straordinari su cui vogliamo puntare fortemente per valorizzare ulteriormente l’olivicoltura ligure”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.