Ventimiglia, migranti assaltano treno di pellegrini diretto in Francia foto

Si tratta di uno dei tanti episodi dettati dall'esasperazione di chi, ad ogni costo, vuole oltrepassare il confine e si vede respinto

Ventimiglia. Nella notte tra lunedì e martedì, circa cinquanta migranti hanno preso d’assalto un convoglio carico di pellegrini diretti al santuario di Lourdes e in sosta presso la stazione ferroviaria della città di confine.
Il treno sul quale viaggiavano i pellegrini, tra i quali molti malati impossibilitati a muoversi, è giunto in stazione intorno alle 19,30, con un ritardo notevole, tanto che in accordo con le ferrovie francesi è stato deciso di lasciare il convoglio a Ventimiglia.
Ma la notizia che il treno avrebbe raggiunto la Francia deve esser viaggiata in fretta tra i migranti che, in cinquanta, hanno raggiunto il binario dove era fermo il convoglio e hanno cercato di salire sulle carrozze che ospitavano i pellegrini.

Sul posto è intervenuta la polizia ferroviaria. Alcuni testimoni raccontano di un lancio di bottiglie contro i finestrini del treno e asseriscono che tra pellegrini e migranti sia scoppiato qualche tafferuglio: particolari, questi, che non trovano conferma da parte delle forze dell’ordine.