Quantcast

Ventimiglia, maxi retata della polizia in stazione: 50 clandestini accompagnati all’hot spot di Taranto foto

Erano 120 gli stranieri in piazza Cesare Battisti: prelevati solo quelli che hanno espresso la volontà di restare clandestini

Ventimiglia. Maxi retata delle forze dell’ordine all’alba in piazza Cesare Battisti e all’interno della stazione ferroviaria dove circa 120 migranti si erano radunati nel corso della notte. Nel blitz, coordinato dal commissariato di polizia di Stato di Ventimiglia e compiuto da agenti di polizia, carabinieri e guardia di finanza, cinquanta stranieri di etnie varie, che non hanno espresso l’intenzione di regolarizzare la loro posizione, sono stati prelevati dalla stazione e accompagnati al valico di frontiera di Ponte San Luigi da dove, a bordo di pullman, raggiungeranno l’hot spot di Taranto dove saranno identificati ed espulsi dall’Italia.

Era da tempo che non avveniva un’operazione di allontanamento dei migranti dalle zone di confine. 
In questi ultimi giorni, la massiccia presenza di africani nel centro cittadino ha reso necessario l’intervento della polizia. Gli agenti hanno accompagnato in frontiera soltanto chi non ha voluto raggiungere il centro di accoglienza della Croce Rossa al Parco Roja di Bevera e chi ha espresso la volontà di non cambiare, in alcun modo, lo stato di clandestinità in cui si trova.