Quantcast

Vallecrosia, le variazioni di bilancio accendono la discussione nel consiglio comunale

"E' giusto che questa variazione si faccia ma non ci piace che si tolgano dei fondi per la sicurezza delle scuole e dei dipendenti comunali"- afferma Perri

Vallecrosia. Il consiglio comunale a Vallecrosia si è aperto con la comunicazione dei consiglieri di opposizione in merito ad un fatto grave che si è tenuto ieri pomeriggio in via San Vincenzo: l’aggressione di una 12enne. Vallecrosia Viva composta dai consiglieri Fabio Perri e Veronica Russo insieme al consigliere Cristian Quesada da un post riportato sui social sono infatti venuti a conoscenza della vicenda e perciò hanno chiesto con un’interpellanza urgente all’amministrazione che cosa intende fare a riguardo per garantire maggiore sicurezza e impedire che ciò possa succedere nuovamente.

“Siamo vicini alla ragazza e alla famiglia e chiediamo all’amministrazione di farsi carico di ciò per rafforzare i controlli in città e per impedire che episodi simili possano accadere. Si tratta di un fatto sconcertante che deve far riflettere” – afferma Fabio Perri.

E’ stato comunicato il prelevamento del fondo di riserva ed è stata approvata all’unanimità dal consiglio comunale la revisione straordinaria delle partecipazioni ex art. 24 D.LGS 19/08/2016, n 175 sulla ricognizione delle partecipazioni possedute. Le due variazioni di bilancio della ratifica deliberazioni G.C. NN. 68 E 72-2017 hanno accesso il dibattito durante la seduta. “Secondo l’ufficio dei lavori pubblici entro il 19 novembre deve essere soddisfatto il criterio dei lavori dell’impianto elettrico in quanto nel corso dell’esercizio si sono dovuti spostare l’equivalente di 36 mila euro circa dai capitoli di manutenzione edilizio al capitolo detto urbe. In totale sono 37 mila euro che vengono spostati dalle opere e in parte dalla manutenzione del patrimonio edilizio della scuola. E’ stato necessario prendere queste decisioni per finire i lavori delle scuole e dare inizio ai lavori del piano urbe” – spiega l’assessore Maurizio Vichi.

“La scadenza si sapeva già da tempo. E’ un peccato che somme destinate per i lavori per rifacimento dell’impianto elettrico del comune, che oggi è un cantiere ed è pericoloso per chi ci lavora, vengano destinate ad altro. La messa a norma nel comune è un’importante opera da portare avanti. Ci dispiace non poter mantenere il patrimonio comunale. Siamo favorevoli alla variazione ma non alla votazione. E’ giusto che questa variazione si faccia sennò si rischia di perdere un contributo ma non ci piace che si tolgano dei fondi per la sicurezza delle scuole e dei dipendenti comunali” – afferma Fabio Perri.  “Sono d’accordo con il consigliere Perri, la variazione è necessaria per non perdere il contributo ma visto che ci siamo espressi più volte a favore delle scuole il mio voto non sarà favorevole” – dice Cristian Quesada

“I lavori vengono completati – sottolinea il sindaco Ferdinando Giordano – L’impianto tecnici e i quadri elettrici sono finanziati completamente nel primo lotto mentre la fornitura degli apparecchi luminosi questo edificio ne è sprovvisto. L’impianto elettrico assicuro che è completato, c’è una presa, l’interruttore, la linea, tutto è a norma”. Alla fine la ratifica è stata approvata ma si sono astenuti Perri, Russo e Quesada.