Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Vado Ligure, l’assessore Berrino in visita al Molo 8.44: “Eccellenza del turismo commerciale” foto

Trend di crescita per la struttura commerciale vadese, segnale di fiducia per un territorio colpito dalla crisi

Vado Ligure. “Un centro commerciale che rappresenta una vera eccellenza, fonte di occupazione e lavoro stabile molto importante per tutto il savonese”. Lo ha detto oggi pomeriggio l’assessore regionale al turismo e al lavoro Gianni Berrino, in visita al Molo 8.44 di Vado Ligure, dove ha avuto un incontro con il management della struttura commerciale vadese e le autorità locali.

“Molto significativo, inoltre, il trend di crescita da parte del centro commerciale rispetto ad uno scenario di crisi complessiva” aggiunge ancora Berrino. “Il Molo 8.44 ha inoltre ottime potenzialità di attrazione turistica ed è senz’altro un esempio positivo di turismo commerciale nella nostra regione”.

“I suoi dati e la sua crescita costante sono un segnale di fiducia per un territorio gravemente colpito dalla crisi industriale e per il quale speriamo possano arrivare speranze con l’attuazione del decreto di area di crisi complessa: da questo punto di vista, come Regione abbiamo stanziato risorse e investimenti sul fronte delle politiche attive come primo aiuto, in attesa di vedere concretizzarsi nuovi insediamenti produttivi e vedere compiuto il progetto della piattaforma Maersk e del relativo sviluppo portuale, fattori essenziali per la ripresa economica e occupazionale di questo territorio” conclude l’assessore regionale.

All’incontro con l’assessore Berrino ha preso parte Giovanni Mascherin, amministratore della società proprietaria del Molo 8.44, che spiega: “I numeri del parco commerciale sono molto positivi e questo è il motivo di maggiore soddisfazione da parte nostra. In una zona dove l’economia non sta andando benissimo e in un momento storico in cui l’economia generale del nostro paese non sta andando benissimo, devo dire che questo centro sta avendo dei numeri positivi. Un trend positivo sia dal punto di vista di ricadute occupazionali, sia dal punto di vista dei fatturati dei negozi. Questo è per noi ragione di orgoglio”.

“Ma la cosa che ci dà ancora più soddisfazione è sapere che una buona parte dei visitatori di questo centro arriva da bacini che sono piuttosto ampli. Ciò significa che abbiamo visitatori che arrivano fin dal confine, dalla zona di Savona ma anche da Imperia. Quindi andiamo oltre la realtà locale di Vado Ligure e di Savona, con una forte presenza di turismo straniero che durante tutto l’arco dell’anno viaggia sul 10-15 per cento. Tutti dati, questi, che abbiamo raccolto con un’indagine di mercato effettuata nell’ultimo periodo” conclude Mascherin.

Elena Sparago, responsabile della comunicazione, aggiunge: “Ringrazio l’assessore regionale Gianni Berrino per la sua visita istituzionale al Molo 8.44. Sono molto contenta dei risultati che la struttura ha ottenuto negli ultimi anni, dove sono stati raggiunti trend positivi sui più diversi fronti: da quelli occupazionali alle presenze. Bisogna sottolineare che i buoni risultati realizzati dal Molo 8.44 derivano da un lavoro di squadra che coinvolge i soci, i dipendenti, i consulenti e anche tutti i responsabili e i singoli addetti dei diversi punti vendita. Ritengo il Molo 8.44 un punto di riferimento sia per la provincia di Savona che per il Ponente ligure”.

Fabio Falco, vice sindaco di Vado Ligure e assessore al commercio, evidenzia: “La Regione gode di un punto di vista più elevato rispetto al nostro. Gli aiuti che ci può fornire l’amministrazione regionale devono essere tesi alla crescita delle attività produttive e commerciali”.

“Come è il Molo 8.44, che è una realtà importante perché dà lavoro e attira presenze provenienti anche da fuori provincia. E poi Regione e Governo possono sostenerci nella conclusione dell’iter riguardante l’area di crisi complessa e delle altre iniziative per favorire la ripresa economica” conclude Falco.

“Oggi siamo a constatare un trend di crescita del Molo 8.44. Credo, però, che le dinamiche prossime venture vadano necessariamente costruite in quello che vivrà il territorio vadese. Occupazione e lavoro stabile derivano da un importante unità d intenti siglata due anni fa da organizzazioni sindacali, direzione del parco commerciale e comune di Vado, ma anche da sacrifici richiesti alle lavoratrici e ai lavoratori della filiale Trony, prima con un contratto di solidarietà poi con una riduzione oraria per non perdere nessun posto di lavoro” sottolinea Cristiano Ghiglia della Filcams Cgil Savona.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.