Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Tre le interrogazioni che presenterà il consigliere Casano al prossimo consiglio comunale

Le discussioni riguarderanno lo stadio "Nino Ciccione", il " Museo Navale", e via Privata Gazzano

Imperia. Il consigliere Alessandro Casano (Fdi-An) presenterà tre interrogazioni durante il prossimo Consiglio Comunale 1)la prima riguarda lo stadio ‘Nino Ciccione’, “Il 27 ottobre 2015 è stata approvata, con voto di astensione di FDI, la delibera per l’affidamento in concessione tramite gara dello Stadio Comunale Ciccione. Con grande clamore mediatico veniva annunciato dall’Assessore Vassallo (la stampa 28/10/2015) un veloce espletamento di tutte le procedure per arrivare ‘entro un anno a risparmiare almeno 50 mila euro l’anno recuperando in più i soldi dell’affitto e recuperando i dipendenti comunali adibiti alla struttura’. A distanza di ben due anni dello Stadio Ciccione non si parla più neppure nell’enfatico bilancio sociale presentato in Consiglio Comunale. Ma non solo: in due anni non è successo assolutamente nulla di quanto annunciato. Non sono stati fatti neanche gli interventi di messa in sicurezza per cui non è possibile procedere ad alcuna gara per l’affidamento in concessione. La situazione in cui versa lo Stadio Comunale era già nota ai tempi in cui fu approvata la delibera. Chiediamo chiarimenti sui motivi per cui non è stato fatto nulla e a quanto ammonta il disavanzo di gestione. Altro brutto esempio di politica degli annunci seguiti dal nulla di questa Amministrazione”.

2)Per l’auditorium del Museo Navale: “Con una delibera di giunta illegittima per vizio di incompetenza il Comune ha deciso nel maggio scorso di concedere a pagamento l’unico spazio rimasto aperto in città per gli eventi di tipo culturale: l’auditorium del Museo Navale. Fratelli d’Italia ha denunciato pubblicamente l’illegittimità di questo regolamento, portando in Consiglio Comunale una mozione per chiederne il ritiro, visto che tutti i regolamenti sono di esclusiva competenza del Consiglio Comunale. La mozione è stata respinta con argomentazioni veramente imbarazzanti di fronte all’evidenza inoppugnabile dell’illegittimità del regolamento. Ad oggi il Comune ha incassato 758 euro dall’affitto dell’Auditorium. Una cifra insignificante rispetto a quanto potrebbe costare la difesa legale in caso di un ricorso amministrativo che vedrebbe certamente soccombere il Comune. E’ preoccupante che anche per regolamentare un auditorium questo Comune riesca a compiere atti palesemente illegittimi. Non deve sorprendere se vengono spese cifre esorbitanti per cause perse (da dati ufficiali 38 cause vinte su 376 nell’ultimo biennio). Si chiede se l’Assessore competente abbia contezza di tutto ciò”.

3)Un’altra riguarda via Privata Gazzano: “Questa interrogazione riguarda l’occupazione di un numero spropositato di parcheggi gratuiti in via Amoretti per il deposito di tubi da posizionare in via privata Gazzano. Con qualche attenzione in più si potevano occupare solo 3 posti blu invece di 12 gratuiti penalizzando meno i dipendenti ospedalieri che già in condizioni normali patiscono la carenza di parcheggi bianchi per recarsi al lavoro”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.