Sanremo premia i suoi figli più illustri e meritevoli, la cerimonia nel giorno di San Romolo al Casinò fotogallery

Franco d'Imporzano cittadino benemerito, premi San Romolo a Savio Corradini per l’imprenditoria; Fausto Parigi per lo sport; Riccardo Di Gerlando per la cultura; e Amedeo Grisi per le attività sociali

Sanremo. Come di consueto al teatro del Casinò di Sanremo si è svolta la cerimonia col conferimento dei Premi San Romolo e la proclamazione del cittadino benemerito, quindi con gli omaggi che tradizionalmente la città riserva ai suoi figli più illustri e meritevoli.

Quest’anno la nomina di “benemerito” è stata attribuita al bancario Franco D’Imporzano che, come si legge nella lettera motivazionale, “iniziò a farsi notare come poeta dialettale tra il 1960 e il 1961, collaborando al settimanale Corriere della Riviera. Sue liriche in dialetto hanno vinto premi in concorsi regionali e nazionali. Ha pubblicato due volumi di poesie dialettali. Conferenziere, animatore culturale, da sempre diffonde la cultura e le tradizioni di Sanremo”. I Premi San Romolo sono stati invece riservati a: Savio Corradini per l’imprenditoria; Fausto Parigi per lo sport; Riccardo Di Gerlando per la cultura; e Amedeo Grisi per le attività sociali.

Il sindaco Biancheri ha fatto un regalo speciale al cittadino benemerito: ha annunciato la delibera di giunta, già approvata, che intitolerà una nuova piazza di fronte a Santa Brigida al commediografo dialettale sanremasco Gin De Stefani.

Tante le autorità presenti alla manifestazione, dal sindaco Alberto Biancheri, la Senatrice Donatella Albano, la prefetta Silvana Tizzano, il questore Cesare Capocasa, la Famija Sanremasca ed altri ancora.

Sempre presso la concattedrale di San Siro, la festa di San Romolo culminerà alle 21 di questa sera con il Festival corale europeo di musica sacra, dove si esibiranno il “Coro filarmonica Musica Nova” di Sanremo, il francese “Choeur Philarmonique de Nice” e il portoghese “Coro Domo Pedro de Cristo de Coimbra”.