Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Nuovo traguardo oltreoceano per il djing sanremese Brando Zacchino, domani in consolle al Techno Taco Tuesday di Las Vegas

Nato e cresciuto nella capitale della canzone italiana, si è trasferito negli USA nel 2011 per seguire il padre Leo. Ed è proprio a lui che il giovane deve la sua grande passione per l'electronic dance music

Sanremo. Nuovo traguardo oltreoceano per il djing sanremese Brando Zacchino. Domani, 24 ottobre, il 27enne sbarcherà nel paradiso della musica elettronica, Las Vegas, per suonare al Techno Taco Tuesday: il grande evento di electronic dance music firmato Mntra.

Nato e cresciuto nella capitale della canzone italiana, Brando si è trasferito negli USA nel 2011 per seguire il padre Leo. Ed è proprio a lui che il giovane deve la sua grande passione per la musica da discoteca.

Negli anni 80/90, infatti, Zacchino “senior” era considerato da tutti il re della notte in Riviera. Gestore di alcuni locali all’epoca molto in voga, quali il Nabila di Sanremo e il Kursaal di Bordighera, amava cimentarsi in BPM, synth e scratch così elettrizzanti da smuovere anche i più timidi. Senza dimenticare i mitici dance floor dell’Ambaradan Café, allora nei pressi del Casinò, e ancora i sound al chiarore di luna al Byblos di Ospedaletti.

Immerso fin dal’infanzia nel macrocosmo musico-mondando del padre, da adolescente Brando sceglie così di ripercorrerne le orme e inizia a suonare e a collaborare come vocalist per alcune discoteche locali, tra cui il Victory Morgana Bay e gli ex Silk e Betise. Poi la svolta.

Sei anni fa vola nei Stati Uniti e decide di guardare alla musica più seriamente: vuole trasformare quest’immenso amore in un lavoro vero, autentico. E ci riesce. Perché arrivato a Phoenix ottiene presto il ruolo di dj resident presso il cuore pulsante della musica underground dell’Arizona, il celebre Bar Smith. Qui ha modo di farsi conoscere e apprezzare e nel 2016 prende parte a un mega tour nel Nord del Messico con il quale, toccando le città di Mexicali, San Luis, Rio Colorado e Tijuana, chiama a sé il grande popolo della techno.  Nello stesso anno fonda Dvina Entrateinmen: una fabbrica d’intrattenimento musicale itinerante basata su un mix esplosivo di creatività e techno. Grazie a questo concept party Brando ha negli ultimi tempi dato vita a uno dei calendari di eventi più ricchi della West Coast, ospitando anche personaggi del calibro di Carlo Lio, Matador, Technasia & Miss Kittin.

Oggi il nostro djing, oltre all’imminente partecipazione alla consolle del Techno Taco Tuesday di Las Vegas, sta lavorando a un progetto discografico innovativo dove a dominare sono i suoni internazionali con un sottofondo che riporta indietro alla sua città del cuore, Sanremo.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.