Delegazione imperiese a Firenze per “Rifiuti Zero”, Russo: “Chi ha pagato la trasferta?”

Il consigliere: "Ho declinato l'invito a partecipare in quanto quest'amministrazione non aveva rispettato i pur minimi obiettivi"

Più informazioni su

Imperia. “A Firenze si è tenuto l’annuale incontro nazionale dei comuni Rifiuti Zero. Grande è stata la mia sorpresa nell’apprendere, grazie a FB, che una nutrita delegazione assessore, consigliere, funzionario/dirigente del comune di Imperia, vi ha partecipato. Spero che questa scampagnata sia stata spesata direttamente dai partecipanti, (e non dai cittadini), cosi come il sottoscritto ha sempre fatto”. E’ l’intervento polemico del consigliere di minoranza Antonio Russo.

“L’assessore ricorderà la nostra partecipazione ad altri incontri di Rifiuti Zero (Capannori ad esempio) spesata interamente da noi stessi. Detto ciò mi riesce difficile immaginare però il motivo per il quale questa delegazione abbia potuto partecipare ad un incontro dei sindaci dei comuni virtuosi Rifiuti Zero. Mi piacerebbe sapere quali dati abbia indicato l’assessore nell’intervento svolto di fronte a quella platea. Veleggiare tristemente intorno al 35% di raccolta differenziata è sufficiente per continuare a fregiarsi del titolo di Comune virtuoso a Rifiuti Zero? – si domanda Russo – Al contempo non credo nemmeno possa essere ritenuto un merito l’avere speso 50.000 euro per finanziare il progetto atto a realizzare ad Imperia il Porta a Porta, che ricordo essere l’unico sistema che consente di ottenere risultati degni della strategia Rifiuti Zero?. Progetto che, purtroppo, da mesi giace impolverato nei cassetti del sindaco intento a emettere inutili e illegittime ordinanze urgenti e contingibili. Quando sono stato contattato dall’organizzazione ho declinato l’invito a partecipare in quanto quest’amministrazione non aveva rispettato i pur minimi obiettivi che si era dato dati approvando all’inizio del 2016 la delibera di adesione alla strategia Rifiuti Zero. Ho quindi richiesto la messa sotto osservazione del comune di Imperia per inadempienze al fine di escluderla dall’elenco dei comuni virtuosi Rifiuti Zero. A breve formalizzerò questa richiesta direttamente al presidente di Zero Waste Europa Rossano Ercolini”, conclude Russo.

Più informazioni su