Quantcast
Il documento

I sindaci europei contro il terrorismo, firmata dall’amministrazione di Ventimiglia la “Dichiarazione di Nizza”

I punti salienti della carta esprimono la volontà dei sindaci firmatari di impegnarsi nel rendere sicuri i loro spazi urbani

riviera24 - Dichiarazione di Nizza

Ventimiglia. Nei giorni scorsi si è firmato un documento decisivo per la messa in sicurezza delle città europee e del Mediterraneo contro il terrorismo: su incarico del sindaco Enrico Ioculano, l’assessore Vera Nesci si è recata nella città francese per firmare la “Dichiarazione di Nizza” contro le radicalizzazioni e l’estremismo violento.

I sindaci si sono uniti di fronte alle sfide del terrorismo sottoscrivendo un testo di diciassette punti, promosso dal sindaco di Nizza Christian Estrosi e firmato da una sessantina di primi cittadini europei e della vasca mediterranea, tra cui quelli di Ventimiglia, Cuneo, Genova, Marsiglia, Lione, Londra, Barcellona, Berlino, Bruxelles, Madrid, Roma, Atene, Stoccolma, Algeri, Tunisi e Marrakech.

I punti salienti della carta esprimono la volontà dei sindaci firmatari di impegnarsi nel rendere sicuri i loro spazi urbani e a condurre politiche sociali ed educative preventive, mettendo a confronto le proprie esperienze e chiamando l’Europa ad un maggior aiuto finanziario. Hanno assistito a questa riunione il Ministro dell’Interno francese Gérard Collomb e il commisario europeo per la sicurezza, Julian King, il quale ha segnalato che la UE aumenterà i contributi per la sicurezza interna degli stati di 100 milioni di euro in questo 2017.

commenta