Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Furbetti in Comune a Taggia, ora la Corte dei Conti batte cassa

Tre ex dipendenti del Comune di Taggia sono stati licenziati dopo l'inchiesta della magistratura

Più informazioni su

Taggia. Tre dipendenti dovranno pagare 10 mila euro a testa per i danni di immagine patiti dal Comune e un quarto ne dovrà pagare 3 mila e 500. E’ quanto chiede la Corte dei Conti a Giuseppe Vigilante, ex responsabile cimitero, Paolo Iezzoni, ex capo del settore Ambiente, Rino Dante, ex responsabile del servizio Acquedotto.

I tre ex dipendenti del Comune di Taggia sono stati licenziati dopo l’inchiesta dei cosiddetti “furbetti”. Lo racconta Il Secolo XIX-La Stampa oggi in edicola.

Iezzoni e Vigilante hanno anche patteggiato una condanna a un anno di reclusione (pena sospesa) per falso e truffa ai danni dello Stato, invece Dante è tutt’ora sotto processo (è accusato di peculato). Fabrizio Antonini che non è stato licenziato ma solo sospeso dovrà pagare i danni di immagine in misura minore.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.