Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Diano Marina, Luigi Basso: “Su Rivieracqua presto un consiglio comunale ad hoc”

Alla società che gestisce la rete idrica in buona parte dei Comuni della Riviera sarà dedicata una riunione specifica

Imperia. Non c’è pace per Rivieracqua, la società pubblica di gestione del ciclo idrico integrato della provincia di Imperia. L’assessore al Bilancio Luigi Basso, lo ha annunciato in occasione dell’ultimo parlamentino della settimana scorsa rispondendo ad un’interrogazione presentata dal consigliere dei pentastellati Simone Borgarello che chiedeva chiarimenti sull’azienda e anche sul presidente della commissione d’esame Federico Fontana da due mesi agli arresti domiciliari: “Sulla spinosa questione della società – ha sottolineato Basso –  è necessario fare tutti gli approfondimenti necessari. E’ nostra intenzione promuovere un consiglio comunale interamente dedicato a Rivieracqua”.

Di certo ha già destato un certo clamore la notizia, anticipata da Riviera24, con il Comune di Diano Marina che, dopo due anni di inutili trattative, ha chiesto al tribunale un decreto ingiuntivo nei confronti della società per due milioni di euro.

Il sindaco Giacomo Chiappori ha spiegato che la vicenda riguarda una serie di bollette che Rivieracqua aveva riscosso per conto del Comune senza mai versare il relativo denaro nelle casse dell’ente. Da qui l’azione legale a tutela del Comune di Diano, che fra l’altro attende ancora che venga risolta la questione dell’allaccio del depuratore di Imperia.

Una partita questa bloccata dal mancato accordo fra Rivieracqua, comune di Imperia e Veolia, la società che gestisce l’impianto del capoluogo. Come se non bastasse ora anche i comuni di Taggia e Riva Ligure hanno chiesto di verificare la solidità economica di Rivieracqua prima di procedere all’affidamento alla stessa dei servizi di depurazione. E Riva Ligure ha anche trasferito le quote che possedeva di Rivieracqua alla Secom, altra società pubblica partecipata.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.