Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

“Da Porto Maurizio al Mato Grosso”, a Imperia una conferenza di Surdich per il bicentenario di Bartolomeo Bossi

Verrà ripercorsa la vita del celebre esploratore nato a Porto Maurizio il 13 agosto del 1817

Più informazioni su

Imperia. Martedì 17 ottobre, presso l’Auditorium del Museo Navale di Imperia alle 11, avrà luogo uno speciale evento in occasione del bicentenario di Bartolomeo Bossi, celebre esploratore nato a Porto Maurizio il 13 agosto del 1817.

La conferenza, dal titolo “Da Porto Maurizio al Mato Grosso”, sarà tenuta dal prof. Francesco Surdich, già docente di Storia delle Esplorazioni Geografiche e Preside della Facoltà di Lettere e Filosofia presso l’Università degli studi di Genova. L’evento è stato organizzato in collaborazione tra il Comune di Imperia, l’Istituto Internazionale di Studi Liguri e l’ Associazione Amici del Museo Navale.

Verrà quindi ripercorsa la vita di Bartolomeo Bossi a partire dalla sua partenza verso Montevideo nel 1832, che lo portò in seguito a rivestire le più alte cariche quale ammiraglio nella flotta della Repubblica in Argentina. La sua esperienza, raccontata nel resoconto “Viaje pintoresco”, sarà al centro della conferenza: un diario, dettato, oltre che da obiettivi molto concreti, anche dal desiderio, dichiarato esplicitamente dallo stesso Bossi, di accostarsi “alle foreste vergini cercando quelle nuove emozioni che non avrebbe più potuto incontrare nell’immensità degli Oceani”.

L’assessore alla cultura Nicola Podestà commenta: “Questa conferenza rappresenta l’occasione per iniziare il processo di giusta valorizzazione di uno fra i nostri più celebri concittadini, purtroppo poco conosciuto dagli stessi imperiesi. Alle imprese di Bartolomeo Bossi sarà riservato uno spazio particolare anche nell’ambito del nuovo Museo Navale. Con le sue imprese l’esploratore ha lasciato un’ impronta duratura nella storia delle scoperte geografiche dell’800 e costituisce un valido esempio dell’abilità e della perizia dimostrata da nostri uomini di mare. Avremo l’onore inoltre di ospitare una discendente diretta di Bartolomeo Bossi, che ha affrontato un lungo viaggio appositamente per l’occasione”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.