Quantcast

Da Liguria Digitale 39.500 euro alla società di Massimo Morini, interpellanza M5S: “Legati alla lite sul concerto?”

Quest'estate il leader dei Buio Pesto accusò il Comune di Savona di non aver ottemperato a un "debito di riconoscenza"

Liguria. Poco meno di 40.000 euro di affidamento diretto da parte di Liguria Digitale alla società di Massimo Morini, leader dei Buio Pesto, per “valorizzare turismo e imprenditoria locale”. Una decisione che finisce nel mirino del MoVimento 5 Stelle, soprattutto per via della “lite” dello scorso agosto tra lo stesso Morini ed il Comune di Savona per un concerto, sosteneva il cantante, “promesso e mai finanziato” nella città della Torretta.

Il caso, all’epoca, fece parlare la città per settimane. Morini in un durissimo “j’accuse” pubblico aveva spiegato più volte che quel concerto “glielo dovevano”, riferendosi dapprima genericamente al Comune di Savona, e in seguito in modo più specifico all’assessore Maurizio Scaramuzza e al sindaco Ilaria Caprioglio. Una querelle dai toni furibondi che sembrava potersi risolvere proprio grazie all’intervento della Regione: per giorni corse voce che Toti in persona avesse promesso a Morini di finanziare quel concerto per risolvere la disputa. Alla fine però non se ne fece nulla, e la vicenda cadde nel dimenticatoio