Quantcast
La situazione

A Imperia presidio del personale delle Province contro la riforma del lavoro dipendente

Lo sciopero a livello nazionale prevede una manifestazione presso Piazza Montecitorio e in tutte le principali piazze delle città capoluogo di provincia

Imperia. Sciopero anche a Imperia per i lavoratori e le lavoratrici della provincia che in linea con lo sciopero nazionale del personale delle Province e delle Città metropolitane indetto da FP CGIL CISL FP  UIL FPL, hanno formato un presidio dinnanzi alla prefettura manifestando, dubbi e perplessità sulla situazione che stanno vivendo, alla luce della grave situazione che l’ente provinciale sta attraversando. In rappresentanza di tutti i lavoratori Milena Speranza segreteria Uil Fpl del Ponente Ligure (Imperia-Savona), Tiziano Tomatis segretario generale Cgl Imperia, Domenico Mafera Cisl Fp.

La scelta dello sciopero, per quanto gravosa per cittadini e lavoratori, è ormai inevitabile di fronte alla situazione che si è venuta determinando in questi anni per le Province e le Città Metropolitane. Queste le ragioni dello sciopero: l’impossibilità per molti enti di “chiudere” i bilanci il 30 settembre 2017,  il ritardo nel pagamento degli stipendi, la paralisi dei servizi per assenza di risorse, il permanere del blocco del turn-over a fronte di organici falcidiati, l’impossibilità di procedere alla stabilizzazione del personale precario. E’ previsto un incontro tra gli esponenti dei sindacati e il prefetto, per illustrare la grave situazione e eventuali richieste  

leggi anche
riviera24 - Presidio a Imperia
La protesta
Presidio all’ingresso della sede della Provincia di Imperia, il presidente Fabio Natta mostra solidarietà ai lavoratori
commenta