Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Torna il grande rugby in provincia di Imperia, inizia il campionato con Union Riviera Rugby vs Cogoleto

Domenica 1 ottobre si torna a scuola sul campo del “Pino Valle” di Imperia

Più informazioni su

Imperia. Domenica 1 ottobre, come ai bei tempi andati, si torna a scuola. Ah, scusate, al campo di rugby. Al “Pino Valle” di Imperia, sperando che un domani diventi uno stadio vero e proprio, dato che molti servizi ci sono già grazie agli sforzi e solo a quelli del sistema Imperia Rugby-Union Riviera Rugby.

Inizia il campionato di C1 nazionale, prima poule. Sei squadre e un presumibile livello medio. Quindi tutte partite da giocare fino in fondo. La franchigia dell’estremo Ponente Ligure, la Union Riviera Rugby trova già il Cogoleto, compagine retrocessa dalla serie B. La partita è di per sé una incognita. La Union ha perso alcuni giocatori volti a maturare una esperienza nella division d’honneur francese. Si tratta di una categoria non elevata del ramificato sistema d’oltralpe, ma il livello di gioco spesso è importante. Un percorso che potrebbe tornare utile, in prospettiva. È il momento di molti giovani e neofiti. Si attende una prima linea non esperta, con Barbotto e Franzi come leader e Moschetta come rivelazione. Il pack è nel complesso temibile, ma è dalla mediana in giù che ci può essere la differenza pur con il passo indietro di Roggero, che si dà all’anno sabbatico. Si vedrà fino a quando.

L’asse Zat-Pozzati-Calzia garantisce qualità, c’è esperienza da vendere tra centri ed ali e cambi interessanti. Damiano sale ormai dalla 18 e sarà un pericolo pubblico da tenere d’occhio. L’allenatore Pallini, che ha dalla sua molto studio tecnico, con un Castaldo sempre reattivo tra panchina e campo, prepara sorprese per un gioco fluido. Basterà per mettere il crisi il “Cogo” ? E dall’altra parte c’è appunto una compagine che si lecca le ferite di una B sanguinosa, con una emorragia di giocatori targati Province dell’Ovest che sono entrati, mentore il tecnico Ricchebono, nel ricco sistema del CUS Genova. Però i volti noti, esperti e ferali ci sono sempre: Zunino, Porcile, Massa, D’Agostino, Paravidino, Fiabane, e l’unico atleta proveniente dalla Province dell’Ovest, Matteo Tricoli, un estremo alla “dingo” Williams del Benetton di qualche anno fa.

Il tecnico, nuovo, è Alessandro Rovere, ben conosciuto a Ponente perché mente pensante del Cogoleto degli anni Settanta e Ottanta e celebre per le baruffe con una istituzione del rugby imperiese come Elvezio Reitano. Si tratta di un tecnico passionale, presente anche ad Imperia al clinic con Umberto Casellato. Avrà trasmesso ai suoi il verbo del gioco in continuità Se sì, accorrete al campo, perché la tenzone si presenta aperta: poco gioco di mischia e grandi aperture. E accorrete al Pino Valle a prescindere perché dalle 13.30 si presentano tutte le squadre giovanili del complesso sistema dell’Imperia Rugby e della Union stessa, che avrà under 16 e under 18.

Quest’ultima ancora giovedì ha compiuto il suo sacrificio nell’ennesimo test match interno con i seniores: tutta esperienza e tutti pronti per il grande salto. Del resto Imperia sta formando un gruppo di giovani tecnici molto ampio. Già da sabato 30 ci sarà un incontro modulo sul livello 1 con Gianluca Cartoni e Diego Galli ex Recco: è la Federazione che invia i tecnici di livello direttamente alle società, perché il rugby si semina sul territorio, nel desiderio nientemeno che del tecnico della Nazionale Conor O’Shea e del suo collaboratore Stephen Aboud, già dell’Università di Limerick. E basterebbe quest’ultima nota come garanzia. I tecnici locali peraltro si confrontano il primo lunedì di ogni mese e c’è coordinamento vero, a tutto vantaggio di un sistema che punta in alto, magari con più tempo rispetto al previsto. A livello seniores sarà anno di transizione, ma qualche scalpo di rilievo è nei voti.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.