Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Si alza il sipario su “Sanremo con gusto”, la nuova kermesse enogastronomica della città dei fiori fotogallery

Organizzata da Sanremo On, si articola in quattro momenti: "Il festival degli chef", “Presidi Slow Food in mostra”, “Il villaggio dei produttori di eccellenza” e “Menu a tema nei ristoranti”

Sanremo. Grandi chef a confronto, cibo d’autore in vetrina, menu a tema nei ristoranti e ancora un villaggio con prodotti della terra e specialità vinicole. Si alza il sipario su “Sanremo con gusto“, la kermesse enogastronomica che dal 28 settembre al 1 ottobre la rete d’impresa Sanremo On porta nella città dei fiori con tanti eventi dedicati al mondo del cibo.

"Sanremo con gusto"

La manifestazione racchiude diversi momenti strutturalmente differenti ma accomunati dal filone dell’eccellenza culinaria ed agroalimentare del territorio ligure, piemontese e lombardo: “Il Festival di Sanremo degli chef”, “Presidi Slow Food in mostra”, “Il villaggio dei produttori di eccellenza”, “Menu a tema nei ristoranti”. I quattro sottoeventi porteranno mostre, incontri, degustazioni e spettacoli nei luoghi simbolo di Sanremo: l’antico Forte di Santa Tecla, l’area circostante fino alla piazza sul mare di Pian di Nave, il Casinò municipale con il Teatro dell’Opera e il Roof Garden, il Teatro Ariston e i migliori ristoranti locali.

L’obiettivo di ‘Sanremo con gusto’ – spiega Roberto Berio, consigliere di Sanremo On – è quello di diventare la seconda manifestazione più importante di Sanremo. dopo il Festival della canzone Italiana. E d’altronde anche questa manifestazione propone il suo festival di Sanremo degli Chef: una gara non di canzoni ma di fornelli che pensiamo possa essere polo attrattivo di un evento dedicato al mondo del food capace di attrarre nella nostra città interessi e aziende a livello nazionale. Sanremo On ha lavorato ancora una volta per cercare di dare una mano al turismo della città con un evento articolato su quattro giorni e denso di appuntamenti legati al settore enogastronomico che oggi rappresenta uno dei maggiori motivi d’attrazione da parte del grande pubblico. Siamo partiti con la conferma di un’importante collaborazione con Slow Food Italia, di cui lo scorso anno abbiamo ospitato alcuni delegati, che abbiamo continuato coinvolgendo nomi di rilievo del panorama del cibo nazionale, come quello di Paolo Massobrio, ‘Personaggio food dell’anno’, o lo chef due Stelle Michelin Ganpiero Vivalda. Con grande soddisfazione abbiamo anche realizzato una collaborazione con la Regione Liguria ospitando all’interno della manifestazione la  ‘Milano Sanremo del gusto’ che unisce le specialità tipiche delle regioni Lombardia, Piemonte e Liguria. Ricordo infine che ‘Sanremo con gusto’ è stato inserito nel calendario manifestazioni del Comune di Sanremo che ringraziamo e invitiamo a lavorare con noi per far crescere questo appuntamento. Perché ‘Sanremo con gusto’ è davvero un pacchetto attrattivo: offre cultura con la mostra al forte di Santa Tecla dei presidi Slow Food, prelibatezze dei territori e degustazioni con il villaggio dei produttori allestito a Pian di Nave, e spettacolo con lo show cooking al Teatro Ariston. Dovuto e immancabile infine il coinvolgimento della città con i menu a tema in oltre 20 esercizi pubblici sanremesi“.

Mi complimento con Sanremo On per l’organizzazione di questo nuovo evento che l’Amministrazione ha sposato con piacere – dice Barbara Biale, assessore alle Attività produttive di Sanremo -. Siamo molto contenti dell’iniziativa perché per cibarsi con gusto c’è sempre bisogno di un sottofondo musicale e dove realizzare questo connubio se non a Sanremo? Del resto, cibo e musica è un abbinamento interessante per creare un’offerta turistica di richiamo. Il mondo enogastronomico è infatti fondamentale per accrescere l’aspetto attrattivo del territorio, senza dimenticare che il cibo è motore turistico ma anche socio-culturale. La manifestazione di Sanremo On è un esempio concreto del fatto che se si fa squadra, si fa rete i risultati di qualità si ottengono”. Dello stesso parere è anche Carlo Fidanza, commissario di Agenzia “In Liguria”, che rappresentando Regione Liguria, ha commentato: “Sanremo con gusto’ ospiterà all’interno del suo ‘Villaggio dei produttori’ lo stand della ‘Milano Sanremo del gusto’. La scelta è stata dovuta in relazione a diversi fattori, tra cui la condivisione degli obiettivi. La ‘Milano Sanremo del gusto’ è infatti una manifestazione nata con l’intento di creare un prodotto turistico per valorizzare e promuovere le eccellenze enogastronomiche dei tre territori che attraversa: Liguria, Piemonte e Lombardia. Perché sapere che in un luogo si mangia bene non basta per essete attrattivi“.

Ecco nel dettaglio il programma di “Sanremo con gusto”:

“Il Festival di Sanremo degli chef”. In gara non gli aspiranti cuochi che vediamo ogni giorno nelle trasmissioni televisive ma nove chef già affermati dal punto di vista professionale che si sfideranno a colpi di fiamma all’Ariston. Al termine della competizione/spettacolo i piatti migliori, che dovranno essere realizzati sul tema Cibo e fiori fra territorio e innovazione”, riceveranno un premio. Nessuna eliminazione né personalizzazione eccessiva ma solo attenzione ai piatti elaboratori che saranno esaminati e degustati da una giuria di qualità guidata dalLo chef Gianpiero Vivalda, due Stelle Michelin del Ristorante Antica Corona Reale, e composta da: Paolo Massobrio, premio di Italia a Tavola come “Personaggio dell’anno” nonché “Premio Multimedia 2017″ dell’Academie Internationale de la GastronomieSamantha Alborno, food blogger con una predilezione per la cucina vegetariana e i prodotti freschi e vegetali, e conduttrice di In Cucina con Samantha; Franco Roi Boeri, proprietario del frantoio Roi, marchio conosciuto e commercializzato in tutto il mondo; e, in uno straordinario connubio fra Sanremo città della musica e del gusto, Vittorio De Scalzi, cantautore e musicista genovese inventore dei New Trolls, collaboratore di Fabrizio de Andrè, Mina, Ornella Vanoni, Umberto bindi, Anna Oxa e tanti altri. La gara/spettacolo si svolgerà venerdì 29 settembre al Teatro Ariston alle 15.30 (seguirà aperitivo offerto da Altemasi DOC Trento e Costa Ligure – ingresso a pagamento, euro 15 per persona, apertura prevendite al botteghino da sabato 23), e si concluderà alle 18 presso il Teatro dell’Opera del Casinò, dove si terrà la premiazione e una conferenza sul mondo del cibo.

“Presidi Slow Food in mostra”. Al Forte di Santa Tecla saranno esposti i prodotti, le illustrazioni e le spiegazioni dei presidi Slow Food, avamposti della trazione italiana più antica e autentica: Peperone corno di bue di Carmagnola (Piemonte; Paste di meliga del Monregalese (Piemonte); Acqua di fiori di arancio amaro (Liguria), Carciofo di Perinaldo (Liguria); Aglio di Vessalico (Liguria); Toma di pecora brigasca (Liguria); Chinotto di Savona (Liguria), Miele di alta montagna (Lombardia, Valle d’Aosta, Piemonte); Maracuoccio di Lentiscosa (Campania). L’esposizione sarà arricchita da altre due mostre collaterali: la prima dedicata a modelli d’epoca della “Vespa” a cura del Vespa Club Sanremo, la seconda, curata da Antea Sviluppo filiera transfrontaliera fiori eduli, ai fiori commestibili. Nell’occasione, il Forte sarà anche sede dell’evento regionale “Milano-Sanremo del gusto”. Appuntamento: dal 28 settembre al 1 ottobre al Forte di Santa Tecla (giovedì e venrdì 15-21/ venerdì e domenica 10-13 e 15-21).

“Il villaggio dei produttori di eccellenza”. Davanti e intorno al Forte di Santa Tecla fino a Pian di Nave si potranno trovare degli stand con specialità enogastronomiche e vinicole d’Italia. I prodotti potranno essere sia degustati che acquistati. Sarà presente anche la tensostruttura della “Milano Sanremo del gusto” a cura di Agenzia in Liguria e Regione Liguria. Appuntamento: dal 28 settembre al 1 ottobre al Forte di Santa Tecla e a Pian di Nave (giovedì 16-21/ venerdì e sabato 10-22/ domenica 10-20).

“Menu a tema nei ristoranti”. Nei ristoranti della città che hanno aderito all’iniziativa saranno proposti menu a tema con prodotti legati ai territori. Le proposte saranno tutte diversificate le une dall’altre in relazione alle materie prime utilizzate, alla mano del singolo chef e ai prezzi. I menu saranno visibili sul sito dell’evento così da permettere a residenti e turisti di sceglierli.  Questi i ristoranti e i locali aderenti: Ittiturismo Patrizia, Quintessenza, La Pignese, Victory Morgana Bay, Glam Restaurant, Vela d’Oro, Tahiti Ristorante, Flipper Ristorante, Mediterraneo, Le 4 Stagioni, Paolo & Barbara, Tipico Osteria, Ristorante Corallina Royal Hotel, Ristorante La Conchiglia, I Sapori delle due isole, 21 Pub & Bistrot, Pane Amore e Fantasia, Paulo Food & Cafe, Pasticceria San Romolo e Big Ben Pub.

La manifestazione è stata realizzata grazie all’impegno della rete d’impresa Sanremo On, da sempre in prima linea nel rilancio della città. Il comitato direttivo ringrazia per la collaborazione: Comune di Sanremo, Regione Liguria, il main sponsor Unogas, gli sponsors EuroDrink e Costaligure nonché Olio Roi, San Paolo Invest, Hotel Royal, Gioielleria Abate, Altemasi Trento Doc, Intesa Grandi Impianti.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.