Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Le vacanze, il lavoro e il trauma del ritorno: 1 ligure su 2 ha pensato di cambiare vita

Secondo un sondaggio Groupon, il 61% dei liguri vorrebbe rientrare al lavoro e trovare un capo più rilassato e flessibile, ma per un buon 23% è perfetto così com’è

Più informazioni su

Liguria. Gli inglesi la chiamano “back to routine”: le vacanze volgono al termine ed il pensiero di rientrare al lavoro inizia a martellare nelle menti di chi è ancora in spiaggia per godersi gli ultimi attimi di relax, per non parlare di chi è già rientrato in ufficio e le ferie sono solo un ricordo lontano ed affievolito.

Un sondaggio Groupon ha indagato come affrontano gli italiani ed in particolare i liguri il rientro alla routine quotidiana ed il “male di vivere” legato al ritorno alla realtà. Il primo dato che emerge dai risultati è che 1 ligure su 2 durante le vacanze ha pensato almeno una volta di cambiare lavoro, mollare tutto e probabilmente cambiare vita.

Ma quali sono le motivazioni che si celano dietro a questa risposta? Il 54% degli utenti liguri si sente stressato dalla fatica mentale causata dagli impegni lavorativi, seguito dal 35% che sente la pressione delle scadenze strette. Inaspettatamente la competizione sul lavoro ed i problemi con il capo occupano l’ultima posizione.

A proposito di capo, l’indagine Groupon svela che il 61% dei liguri vorrebbe trovarsi un capo più rilassato e più flessibile, il 16% vorrebbe che fosse meno accentratore e meno egocentrico, ma c’è un ottimo 23% che risponde che il suo capo è perfetto così com’è. Per quanto riguarda i colleghi, invece, il 50% delle persone liguri vorrebbe che fossero più collaborativi, seguito naturalmente dal 22% che li vorrebbe più amichevoli e dal 17% che li vorrebbe più competenti. Solo l’11% vorrebbe dei colleghi meno competitivi, forse perché in fondo la competizione aiuta ad essere più stimolati e a dare il meglio.

Ma oltre al lavoro, cosa traumatizza i liguri al rientro dalle vacanze? Il 48% ha il terrore di farsi trascinare dall’ansia dei problemi quotidiani, seguito dal 24% che inorridisce alla sola idea di avere la sveglia fissa. Traffico e vita da pendolare chiudono la classifica dei traumi cittadini.

E se lo stress fosse in vacanza? 7 liguri su 10 non hanno dubbi: non si è mai stressati in vacanzaEppure c’è qualcuno che non è contento (27%) perché ha assecondato le scelte di parenti/amici e non ha scelto la meta ideale per sé stesso, qualcuno che ha completamente toppato meta, e qualcuno (3%) che si è annoiato per la troppa monotonia ed i pochi stimoli.

Rimanendo sugli stimoli, bisogna pur trovare delle motivazioni per affrontare il lavoro con la prospettiva di vedere la luce a fine giornata. Il 46% degli utenti liguri trova la sua serenità nelle vasche in piscina, il 27% nel tapis roulant in palestra ed il 27% nella voglia di riprendere i corsi a settembre come l’inglese (19%) ed il teatro 8%)… magari per abbandonare l’ufficio e darsi una volta per tutte al palcoscenico!

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.