Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Incontro di una delegazioni di funzionari delle forze di sicurezza senegalesi con la polizia di Ventimiglia foto

L'obiettivo del viaggio per i componenti della delegazione è quello di prendere conoscenza delle strategie e pratiche di cooperazione interforze e di cooperazione europea messe in atto presso questa frontiera terrestre

Ventimiglia. Si è svolta ieri con grande interesse ed entusiasmo, la visita effettuata da una delegazione di alti Funzionari delle forze di sicurezza senegalesi al Settore Polizia Frontiera di Ventimiglia, nell’ambito del progetto “Supporto alla gestione delle frontiere”, finanziato dall’Unione Europea e realizzato dall’OIM, organismo internazionale delle Nazioni Unite incaricato delle Migrazioni. Tale progetto, firmato nel 2013 dalla Commissione Europea e la Repubblica del Senegal, intende facilitare la libera circolazione di persone e merci in quel paese, contribuendo al miglioramento della gestione delle frontiere e della cooperazione transfrontaliera, nonché assicurando un livello di sicurezza adeguato in funzione dei rischi connessi alla criminalità organizzata e al terrorismo. Obiettivo del viaggio per i componenti della delegazione è quello di prendere conoscenza delle strategie e pratiche di cooperazione interforze e di cooperazione europea messe in atto presso questa frontiera terrestre, considerata esemplare modello di applicazione , al fine di rafforzare la cooperazione, il coordinamento e lo scambio di informazioni tra le Autorità senegalesi responsabili della sicurezza alle loro frontiere.

La delegazione, composta da: DEME Amadou – Governatore – in rappresentanza del Ministro degli Interni e della Sicurezza Pubblica, ricopre una funzione ispettiva dei governi regionali, SALL Abdoul Wahabou – Direttore Centrale della Polizia di Frontiera (DPAF) – della Direzione Generale della Polizia Nazionale senegalese, GUEYE Alioune – Colonnello della Gendarmeria Nazionale – Vice Capo Personale e Operazioni dello Stato Maggiore della Gendarmeria senegalese. BA Amadou Diadié – Tenente Colonnello delle DOGANE – Vice Direttore delle Operazioni Doganali della Direzione Generale delle Dogane senegalesi GOUZEE DE HARVEN Antoine – rappresentante dell’UE in Senegal – Responsabile per il settore sicurezza. RAMANZIN Massimo – Funzionario Internazionale OIM – Coordinatore del Progetto “Supporto alla Gestione delle Frontiere”.  KANE Mame Diarra – Funzionaria OIM – Assistente del Progetto “Supporto alla Gestione delle Frontiere” è stata accolta dal dr. Piero Conti Papuzza, in rappresentanza del Direttore della 1 Zona Polizia Frontiera di Torino, dal Dirigente del Settore Polizia di Frontiera di Ventimiglia dr. Martino Santacroce e dal Coordinatore italiano del Centro di Cooperazione di Polizia e dogana di Ponte San Luigi dr. Andrea Carabei.

Dopo una visita preliminare degli uffici del Settore, con illustrazione dei compiti svolti, sono stati forniti elementi di valutazione sui controllo c.d. di “retro valico”, anche col supporto di video e slides, che hanno permesso alla delegazione di avere un quadro esaustivo dell’attività svolta dalla Polizia di Frontiera, anche attraverso un confronto dei significativi dati statistici , in crescita esponenziale dal 2014 ad oggi, evidenziando in modo particolare tutte le attività operative di cooperazione internazionale, messe in atto presso questa frontiera attraverso l’impiego di pattuglie miste italo-francesi. La delegazione è stata inoltre condotta presso il valichi stradali di Ponte San Ludovico e presso la struttura distaccata di Ponte San Luigi, considerato punto focale di contatto con la corrispondente Polizia Francese per la presa in consegna dei respinti/riammessi, e dove sono state illustrate le varie procedure messe in atto. La delegazione ha manifestato notevole interesse e numerose sono state le domande di approfondimento volte al miglioramento della gestione delle loro frontiere, con particolare riguardo all’analisi del rischio, al pattugliamento congiunto, al controllo documentale, allo scambio di informazioni, alla trattazione dei respinti, alla video sorveglianza e alla formazione del personale. La visita odierna presso il centro di cooperazione di Polizia e Dogana di Ponte San Luigi completerà il quadro informativo ove verrà dato particolare risalto alla cooperazione interforze nonché transfrontaliera, soprattutto nell’ambito dello scambio info-investigativo, argomento, questo, d’interesse maggiore per la delegazione senegalese.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.