Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

“Dialogo intorno alla musicoterapia” se ne discute a Bordighera

Si parlerà della musicoterapia applicata ai quadri di patologia, e non, nell’infanzia e nell’adolescenza e come questa disciplina si è evoluta nel corso degli anni

Bordighera. L’associazione Musica…L…Mente, come da statuto, si propone di diffondere la cultura della musica in tutte le sue forme, e in misura sempre crescente l’applicazione della musicoterapia e la corretta diffusione dei concetti chiave di questa complessa materia. Nel 2015 abbiamo parlato della musicoterapia applicata ai quadri di patologia, e non, nell’infanzia e nell’adolescenza e come la musicoterapia si è evoluta nel corso degli anni stimolando la ricerca di nuovi modelli teorici di riferimento e strategie applicative. Nel 2016 ci siamo occupati del complesso legame tra musicoterapia e didattica della musica volgendo l’attenzione ai BES: abbiamo percorso il sottile filo che separa queste due discipline e abbiamo attraversato le zone di commistione. Nel 2017 si vuole uscire dai confini della musica e interrogare le scienze e i saperi affini alla musicoterapia per metterli in comunicazione tra loro e aprire, ove possibile, campi di lavoro comune, di riflessione comune. Ecco che allora vengono chiamati: la scuola, la neuropsicomotricità, la logopedia, la psicologia e la neuropsicologia, e viene loro chiesto di parlare di musicoterapia in relazione al loro sapere e di provare a dare al loro discorso una valenza evolutiva in un’ottica di lavoro di rete.

Dunque, l’obiettivo di quest’anno è ambizioso e nasce da alcuni interrogativi che vengono posti dai relatori invitati al convegno, promosso da CE.S.P.IM Centro di Servizio per il Volontariato della provincia di Imperia, che si svolgerà il giorno 30 settembre presso l’ex Chiesa Anglicana a Bordighera dalle 9 alle 16. Ecco gli interrogativi ai quali si cercherà di dare una risposta: come può la musicoterapia rendere maggiormente comprensibili i dati di osservazione che vengono raccolti nella sua applicazione? Cosa conoscono della musicoterapia gli altri operatori e come pensano possa supportare e sostenere, in un dialogo reciproco, il loro sapere e il loro agire? Come dialogano pubblico e privato, dal momento che la musicoterapia non è una forma di terapia riconosciuta a livello ministeriale in Italia? Quale ruolo ha la scuola nella promozione di interventi innovativi nella presa in carico del bambino e del ragazzo? Quale progettualità esiste nel passaggio dalla neuropsichiatria alla psichiatria, quindi quali forme di intervento sono attivate per il disabile dopo il passaggio all’età adulta?  Quale modello di lavoro di rete sostiene gli interventi rivolti a bambini, ragazzi e adulti che tenga conto dei differenti saperi e di differenti teorie e tecniche?

Gli interventi su queste problematiche saranno a cura di: De Agostini Gianluigi, neurospichiatra, direttore medico responsabile Centro Paolo VI, Casalnoceto(AL): L’equipe multidisciplinare come strumento diagnostico e terapeutico nella cura dei disturbi psichiatrici in eta’ evolutiva. L’esperienza del Centro “Paolo VI” di Casalnoceto; De Maestri Ferruccio, musicista, musicoterapista Centro Paolo VI Casalnoceto (AL): La musicoterapia nel rapporto integrativo con le altre discipline dell’ambito riabilitativo: alcune riflessioni; Boeri Valentina, Loffredo Francesca, Magaglio Martina, psicologhe psicoterapeute, centro autismo Il Piccolo Principe, Asl 1 imperiese: Lo psicologo nella presa in carico globale del paziente autistico; Cherchi Alice, logopedista Asl 1 Imperiese, distretto di Ventimiglia:Parlando a suon di musica; Mazzarelli Francesca, Neuropsicomotricista Asl 1 Imperiese, distretto di Sanremo: “Psicomotricita’ e musicoterapia: tecniche a confronto”; Colombo Silvia, dirigente dell’Istituto Comprensivo Sanremo Centro Ponente: Scuola e territorio, un dialogo possibile. Leggi , progetti ed esperienze; Vio Anna, responsabile di Struttura Semplice “Trattamenti e Percorsi di Riabilitazione della Disabilità Adulti”: Esperienze insuperabili: oltre la disabilità; Mosca Valeria, meuropsichiatra Asl 1 imperiese, distretto di Sanremo, moderatore. Il convegno è stato inserito sulla piattaforma SOFIA per la formazione dei docenti. L’ingresso è gratuito ed è preferibile l’iscrizione all’indirizzo mail: musica-l-mente@libero.it.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.