Quantcast

Da Ventimiglia alle coste di Imperia: riprese le ricerche del naufrago Mario Maffi fotogallery

Da Sarzana è decollato l'elicottero AW139 "NEMO" della guardia costiera

Arma di Taggia. Lavorano dalle prime ore di questa mattina e andranno avanti fino al tramonto, gli uomini della guardia costiera e vigili del fuoco impegnanti nelle ricerche di Mario Maffi, il pensionato 65enne che ieri era partito dal porticciolo di Riva Ligure a bordo della sua imbarcazione a motore finita poi alla deriva a causa delle condizioni meteo-marine avverse e da quel momento dato per disperso.

In mare sono presenti da Sanremo la motovedetta CP 864 ed un gommone, da Imperia la CP 715 ed un gommone, in mare anche i vigili del fuoco presenti con un gommone ed un acquascooter. A terra stanno pattugliando la costa squadre di Imperia, Sanremo, aregai, Arma di Taggia, Bordighera e Ventimiglia e della Croce Rossa di Diano Marina. A dar manforte agli uomini a terra e in mare, impegnati da ieri nelle ricerche, è decollato dalla base di Sarzana un elicottero AW139 “NEMO” della guardia costiera.

Mario Maffi, originario di Genova ma residente da anni in provincia di Imperia, era uscito in mare questa mattina per andare a pescare. Membro dell’associazione “Amatori del mare”, il pensionato è molto conosciuto anche dai membri dell’associazione Cinghe Feughi.

A dare l’allarme e far scattare le ricerche, sono stati alcuni passanti che hanno notato una barca incagliata nella scogliera flangiflutti davanti alle coste di Arma di Taggia. All’interno del natante, spinto sugli scogli dalla forza del mare, non c’era nessuno. L’ipotesi più probabile è che, a causa delle avverse condizioni meteo-marine di ieri, l’imbarcazione sia finita alla deriva ma, prima di raggiungere la costa, il pescatore sia caduto in mare.