Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

150° anniversario della nascita di Padre Giovanni Semeria, a Sanremo la chiusura ufficiale delle celebrazioni foto

Sabato 30 settembre e domenica 1 ottobre si terranno le cerimonie

Più informazioni su

Sanremo. A Sanremo sabato 30 settembre e domenica 1 ottobre si terranno le cerimonie per la chiusura ufficiale delle celebrazioni per il 150° anniversario della nascita di Padre Giovanni Semeria.

Padre Giovanni Semeria: “Era un rivoluzionario, ha fatto epoca, ha fatto 100 anni fa quello che Papa Francesco sta facendo ora”. Padre Giovanni Semeria era un colantino, un sanremese e, negli anni, è diventata figura d riferimento su scala nazionale e internazionale. Esistono opere a lui dedicate anche in Brasile e in Cile.

“E’ stato un grande comunicatore – prosegue don Cesare Faiazza, segretario generale della Famiglia dei Discepoli – per lui si accendevano gli animi. Padre Semeria continua ad essere vivo non solo in Liguria, ma anche in Italia e nel mondo. Numerose sono state le celebrazioni a lui dedicate”.

Centocinquant’anni fa il 26 settembre 1867 a Coldirodi (allora chiamata La Colla), nasceva il celebre barnabita Giovanni Semeria e l’anniversario non cade sotto silenzio. A Genova, si è ricordato Padre Semeria il 22 settembre con una messa solenne celebrata nella Chiesa delle Vigne a cui hanno partecipato numerose autorità civili, militari e religiose. Alla sera nella chiesa di San Bartolomeo degli Armeni, si è svolto con successo il concerto sinfonico della “Corelli Chamber Orchestra”.

Sabato 23 settembre, nella Sala Quadrivium, è stato organizzato un convegno con gli interventi dello studioso Giuseppe Mastromarino, del barnabita padre Filippo Lovison, del padre Michele Celiberti presidente dell’Onpmi, l’Opera nazionale per il Mezzogiorno d’Italia, moderatore è stato il giornalista Roberto Italo Zanini.

A Roma, con un’altra messa solenne, il 26 settembre alle 18, nella basilica di San Lorenzo in Damaso (pulpito tra i più familiari al barnabita che qui richiamava grandi folle) è stata celebrata una solenne Santa Messa, presieduta dal cardinale Gianfranco Ravasi, presidente del Pontificio Consiglio della Cultura. Oggi 27 settembre alle 10, ci sarà l’udienza generale con Papa Francesco, in piazza San Pietro, con folte delegazioni. E ancora a Sanremo, il 30 settembre, la mattina alle 11, a Coldirodi ci sarà la posa e la benedizione della prima pietra per la statua dedicata al religioso, alle 18.15, nella concattedrale di San Siro, una celebrazione presieduta dal vescovo di Sanremo-Ventimiglia Mons. Antonio Suetta.

Alla sera alle 21, nel Teatro del Casinò, ci saranno iniziative in ricordo del grande oratore sacro, con la partecipazione di un quartetto di mandolini “Filopoli” del Cicolo “P.Mascagni” di Campobasso, interverrà anche il soprano Laura DI Rito, ci saranno alcuni filmati e il dott. Alberto Gugliemi Manzoni farà una relazione sul rapporto di Padre Semeria con Sanremo e i grandi Oratori sanremesi.

Il 1° ottobre, un corteo con partenza dalla rotonda dove sarà edificata la statua a Padre Semeria, accompagnati dalla banda musicale “P.S. Rambaldi” con tappe che ricorderanno l’intensa vita del Barnabita, si fermerà davanti al monumento dei caduti per depositare una corona d’alloro. Il corteo proseguirà sino alla parrocchia di Coldirodi, per la celebrazione presieduta dal Superiore Generale della Famiglia dei Discepoli, Don Antonio Giura.

“Padre Semeria ha fatto grandi opere in tutta Italia partendo da Coldirodi. Vorremmo si sapesse che Padre Semeria non è solo la strada che collega Sanremo a Coldirodi, ma è una via presente nelle grandi città di tutta Italia. Ha fatto del bene, e le celebrazioni per il150° della sua nascita, sono la testimonianza che incarna ancora più profondamente la sua storica e rivoluzionaria frase: A fare del bene non si sbaglia mai. La cittadinanza è cordialmente invitata a tutte le celebrazioni.

Ecco il dettaglio delle celebrazioni per la chiusura dell’Anno Semeriano:

– Coldirodi: sabato alle 11 si svolgerà a bivio di Coldirodi (100 mt dopo il Ristorante “Ulisse”) la cerimonia per la posa e la benedizione della prima pietra per la statua dedicata a Padre Semeria. Saranno presenti autorità, civili, militari e religiose

– Sanremo: alle 18 raduno in piazza San Siro per la Santa Messa Solenne che sarà celebrata alle ore 18,15 da S.E. Mons. Antonio Suetta. Saranno presenti autorità civili, religiose e militari e i labari delle Associazioni d’Arma e di Volontariato. Il coro “San Germa” della parrocchia animerà la S. Messa. È previsto data l’importanza anche una postazione con annullo filatelico a cura delle Poste Italiane.

– Sanremo: alle 21 nel Teatro del Casino, entrata libera, ci sarà una serata in ricordo di Padre Semeria, con testimonianze e il dott. Alberto Guglielmi Manzoni ci parlerà di Padre Semeria e i rapporti con Sanremo e i grandi oratori sanremesi, la serata sarà animata da un quartetto di Mandolini e dal soprano. Prima di concludere ci sarà la consegna di attestati in ricordo del 150° anniversario per tutte le associazioni che hanno aderito all’importante evento.

Domenica a Coldirodi, raduno alle 9 – partenza corteo alle 9,30 dalla rotonda dove si è inaugurata la statua il giorno prima e accompagnati dalla Banda Musicale P.S. Rambaldi dove in 5 tappe, compresa la posa di una corona di allora al monumento dei caduti, saranno lette dei brani sulla via di Padre Semeria. Alle 11 nella parrocchia di San Sebastiano si celebrerà la Santa Messa presieduta dal Superiore Generale della Famiglia dei Discepoli Don Antonio Giura. Il coro San Sebastiano della parrocchia animerà la S. Messa. Saranno distribuiti al termine della Messa dei ricordi di Padre Giovanni Semeria, a conclusione dell’Anno Semeriano.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.