Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Sanremo, Shlomo Mintz al concerto di chiusura della “Stagione Estiva 2017″ dell’Orchestra Sinfonica foto

Il programma prevede musiche del grande compositore tedesco Ludwig van Beethoven

Sanremo. I “Grandi Interpreti” è il titolo del concerto di chiusura della Stagione Estiva 2017, in programma giovedì 24 alle 21.30 al Teatro dell’Opera del Casinò Municipale. A dirigere i professori della Sinfonica e “Grande Interprete” al violino,  un musicista e direttore d’orchestra nato in Russia, ma cresciuto in Israele: Shlomo Mintz, considerato uno dei maggiori violinisti del nostro tempo. Il programma prevede musiche del grande compositore tedesco, Ludwig van Beethoven (1770/1827): la Sinfonia n° 6 in Fa maggiore Op. 68 “Pastorale” (1807/1808) ed il Concerto in Re maggiore Op. 61 per Violino ed Orchestra (1806), di Beethoven era affascinato dalla campagna, dove trascorreva molto tempo. Lo stare a contatto con la natura lo colpiva nell’intimo creandogli quell’immenso piacere e gioia di partecipare in prima persona alla vita campestre e cercare in essa il raggiungimento della pace.

Dai questi ricordi nasce la Sinfonia n° 6, che egli stesso sottotitolò “Pastorale”, così come aveva fatto precedentemente con la Sinfonia n° 3, “Eroica”. Per evitare dubbi in merito al fatto che i temi della sinfonia non fossero per niente descrittivi, volle aggiungere al sottotitolo “Più espressione del sentimento che pittura dei suoni”. Il Concerto in Re maggiore, fu dedicato ad un suo amico d’infanzia e composto durante uno dei periodi più fertili della sua produzione musicale. Fu eseguito per la prima volta a Vienna nel 1806 dal Violinista e Direttore Franz Clement, che probabilmente aveva anche commissionato l’opera. L’esecuzione non ebbe il successo aspettato, anche perché il musicista, dopo il primo movimento, pare abbia iniziato a suonare delle variazioni proprie sulla prima parte del concerto.

La composizione fu quindi abbandonata da Beethoven, che non volle neanche apportare nessuna modifica; fu una successiva esecuzione postuma a darli il meritato successo. Questo concerto che rappresenta una delle pagine più alte del genio musicale del grande compositore: per il suo particolare fascino e la sua grande brillantezza, figura nel repertorio dei maggiori violinisti del mondo. I biglietti – posto unico 10 € - sono acquistabili sul sito della Fondazione Orchestra Sinfonica di Sanremo (www.sinfonicasanremo.it) o direttamente al botteghino del Teatro del Casinò la sera del concerto.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.