Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Sabato 5 e domenica 6 agosto tour dei laghi delle Portette, del Claus, di Valscura e della dimora di caccia del Re

La valle ospita il Parco Naturale delle Alpi Marittime, un'area protetta di 28 mila ettari con quattordici cime oltre i tremila metri con vista sul Mediterraneo

Più informazioni su

Liguria. Sabato 5 e domenica 6 agosto vi sarà il tour dei laghi delle Portette, del Claus e di Valscura e la dimora di caccia del Re. Esistono luoghi che, dopo averli visitati, non dimentichi più. La Valle Gesso è uno di questi.

La valle ospita il Parco Naturale delle Alpi Marittime, un’area protetta di 28 mila ettari con quattordici cime oltre i tremila metri con vista sul Mediterraneo, un’ottantina di laghi, ghiacciai, camosci, stambecchi, aquile e una flora straordinaria. Emozioni ad ogni passo, ad ogni angolo. Il Parco estende il proprio territorio su quattro comuni : Aisone, Entracque, Valdieri e Vernante.

Da tutto ciò rimase così colpito, durante una visita a metà Ottocento, Vittorio Emanuele II che volle fare della Valle Gesso una delle sue più prestigiose Riserve di caccia.

SOSTA ALLE TERME – SABATO 5 h 08.00

Partenza con pranzo al sacco per arrivare intorno alle 10.30 alle Terme di Valdieri dove ci si tufferà tutti insieme per una dose di benessere e relax nella piscina termale . La Valle Gesso non solo il Parco. Le Terme di Valdieri, località rinomata per le sue preziose acque termali che sono solfuree solfato-cloruro-sodiche, a temperature di 50-75 °C (ipertermali) e di carattere alcalino (pH 9.4).

La sorgente calda è conosciuta dalle popolazioni locali da tempo immemorabile. Il primo documento relativo al suo sfruttamento risale al 1588, quando il comune di Valdieri fece erigere un primo stabilimento. Sorgenti naturali di acqua solfurea per un concentrato di virtù. Dalla massa rocciosa del Monte Matto sgorgano acque con proprietà terapeutiche efficaci nel trattamento delle patologie a carico degli apparati locomotore, respiratorio, otorinolaringoiatrico, dermatologico e ginecologico.

Lo stabilimento termale “Terme Reali” deve il suo nome alla particolare predilezione accordata a questa località dal re Vittorio Emanuele II, che qui aveva una sua riserva di caccia personale e passava lunghi periodi di svago e convivialità con la corte sabauda. Il complesso termale-alberghiero si caratterizza per la presenza di due residui chalet intagliati in legno rispetto ai quattro, costruiti in “foggia svizzera”, fatti edificare dai Savoia fra il 1857 ed il 1870.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.