Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Mondiali Londra: Davide Re, che impresa: vola in semifinale sui 400, 2° alle spalle di Van Niekerk

«Quando ho visto che ero con Van Niekerk ho pensato: “spettacolo”!!!»

Più informazioni su

Fonte Eurosport

Davide Re ha realizzato un’impresa pazzesca nelle batterie dei 400m ai Mondiali 2017 di atletica leggera. L’azzurro è andato oltre ogni limite e, sovvertendo tutti i pronostici della vigilia, si è qualificato alle semifinali del giro di pista con una gara davvero da urlo e memorabile. Il 24enne ha chiuso addirittura al secondo posto con 45.71, frutto di un rush finale da sballo, con una rimonta negli ultimi 70-80 metri che gli ha permesso di ottenere un passaggio del turno davvero insperato alla vigilia.

Il milanese era nelle retrovie all’imbocco del rettilineo finale, ha recuperato metro dopo metro e con un colpo di reni è riuscito a battere il trinidegno Machel Cedenio (45.77) finendo soltanto alle spalle del costaricense Nery Brenes (poi squalificato) e del fenomeno Wayde Van Niekerk (45.27), Campione Olimpico e primatista mondiale che oggi ha sbrigato la pratica con disinvoltura.

Secondo alle spalle del più forte della storia: sarà un’impresa che Davide Re tramanderà alle future generazioni. Quello che ha fatto oggi è davvero incredibile: visti i nomi al via sembrava davvero impossibile sperare in questo risultato. Basti pensare che gente come Teddy Atine-Venel, Yoandys Lescay, Luka Janezic, Steven Solomon è rimasta fuori: sulla carta erano atleti più forti di Davide, qualificatosi proprio all’ultimo giorno utile grazie al gran tempo del Terminillo (45.40, suo personale).

Queste le dichiarazioni rilasciate da Davide Re ai microfoni della Rai: “In quest’anno è arrivata pure la semifinale mondiale, incredibile. Sapevo di poter fare bene, avevo visto la batteria ed era tosta ma quando ho visto che ero con Van Niekerk ho pensato: “spettacolo”: Davanti avevo Cedenio, terzo tempo della batteria, ieri ho detto che dovevo batterlo e ce l’ho fatta. Ora ricarichiamoci per domani: per entrare in finale devo tirare fuori il coniglio dal cilindro“.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.