Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Lara Comi al mercato di Ventimiglia con Ballestra e Nazzari “Lo Stato deve garantire serenità a questa città” fotogallery

“Le istituzioni dovrebbero trovare un sistema per non farci pagare le tasse, come se Ventimiglia fosse zona depressa”

Ventimiglia. Dopo aver visitato i luoghi dedicati all’accoglienza dei migranti sul territorio ventimigliese, l’onorevole Lara Comi (parlamentare europea e vice presidente Yepp) si è recata al mercato coperto della città di confine insieme al nutrito gruppo di rappresentati dello Yepp e dei giovani di Forza Italia per incontrare commercianti e cittadini. A fare da guida alla delegazione europea, sono stati i consiglieri di opposizione Giovanni Ballestra e Roberto Nazzari. Il quadro rappresentato dagli esercenti all’onorevole non è per nulla roseo. Lo ha reso noto il consigliere Ballestra: “L’onorevole Comi, alla sua terza visita in città, ha registrato quella che è la situazione: ovvero un continuo peggioramento”, ha dichiarato, “Lo Stato italiano deve garantire a questa città un po’ di serenità, caratteristica che ha persoI commercianti di Ventimiglia hanno ormai la certezza di operare in una città con grandi potenzialità di sviluppo che però, in questo momento, viene penalizzata dall’immagine che ormai quotidianamente appare sui giornali, che mostrano come la presenza di queste persone che stazionano a Ventimiglia e vorrebbero passare il confine sia arrivata a livelli insostenibili”.

lara comi mercato ventimiglia

Giovanni Ballestra, consigliere di opposizione

“Credo che la distribuzione dei migranti debba essere più equa”, aggiunge il consigliere, “Altri comuni purtroppo girano le spalle”. Sulla notizia di un centro per minori in via Porta Marina Ballestra commenta: “Com’è possibile che gli immobili per migranti si trovino solo a Ventimiglia? Posso capire la presenza degli “irregolari”, ovvero di chi vieni qui cercando di passare il confine, ma chi decide di restare e inizia un suo percorso facendo richiesta d’asilo dovrebbe essere mandato altrove: Ventimiglia non può farsi carico di tutti”.

Dura la posizione del consigliere Roberto Nazzari: “La situazione è insostenibile”, dichiara, “Il commercio sta crollando e registra un calo del 50%, la città è sporca e nessuno fa niente. Poi ci sono tutti questi clandestini che vagano di notte, alle Gianchette. non ne possiamo più. Ci raccontano che tutti i giorni ne arrivano altri e l’amministrazione continua ad accettarli, invece di puntare i piedi con la Prefettura”. “I media francesi dicono che Ventimiglia è come Calais”, conclude Nazzari, “Le istituzioni dovrebbero trovare un sistema per non farci pagare le tasse, come se Ventimiglia fosse zona depressa”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.