Più sicurezza per tutti

L’ammiraglio Pettorino in visita a Imperia, Pischedda lascia il comando

L'ammiraglio in "missione" a ponente per salutare ufficiali e militari impegnati nella vigilanza in Riviera

Imperia. “Garantire la sicurezza ai bagnanti e ai diportisti che, in qualunque momento, possono segnalare situazioni di pericolo al “1530”, il numero blu per le emergenze in mare” è sempre attivo anche per ottenre consigli e informazioni”. L’ammiraglio Giovanni Pettorino, direttore marittimo della Liguria e comandante del porto di Genova, è tornato a Imperia nel periodo più “caldo” per l’attività della Capitaneria imperiese.

Una visita di cortesia al comandante Luciano Pischedda e a quello di Sanremo Vincenzo Fronte, ma anche ai sottufficiali e militari. Un augurio di un lavoro sereno a dieci giorni da Ferragosto. “Ma mi rivedranno anche quel giorno perchè saró in servizio con i miei uomini. Oggi ho voluto incontrare Pischedda per il consueto giro di ispezioni”, ha riferito Pettorino.

Tra l’altro il comandante Pischedda lascerá il comando a settembre per essere trasferito a Roma e al suo posto tornerá Parascandalo che aveva giá servizio a Imperia. Pischedda, invece, sará destinato al comando generale affari legali.

L’occasione della visita di Pettorino è stata anche quella di parlare di cetacei e della vigilanza nel Santuario. Diffusa una locandina nei principali porti turistici della Riviera di Ponente. “Da tempo siamo impegnati in servizi di vigilanza attiva per tutelare quest’area di grande valore naturalistico”, ha ricordato Pettorino.

Il comandante Luciano Pischedda ha ricordato che per il “Ferragosto sicuro” saranno intensificati i “pattugliamenti”  lungo tutto il litorale tra Cervo e Ventimiglia e quindi a terra tra gli stabilimenti balneari della provincia. Un’attività di prevenzione e sicurezza che impegnerà i mezzi nautici e tutti gli uomini della Capitaneria di Porto. “Il nostro compito – spiega l’ufficiale – è quello di far rispettare le ordinanze e il codice della navigazione. Obiettivo primario:  evitare incidenti e altre situazioni di pericolo”.

commenta